Tu sei qui

Moto2, FP1: Sorpresa Folger al Sachsenring, 1° davanti a Schrotter

Terzo Lecuona davanti a Locatelli e Di Giannantonio. 7° il leader del mondiale Luthi davanti a Baldassarri, 8° e in cerca di conferme

Moto2: FP1: Sorpresa Folger al Sachsenring, 1° davanti a Schrotter

Gli ultimi a scendere in pista nella mattinata del venerdì di prove libere al Sachsenring sono stati, come di consueto, i piloti della Moto2. E se il buongiorno si vede dal mattino possiamo assicurare un weekend davvero interessante per la classe intermedia. La gommatura della pista data dalle MotoGP (che hanno girato in pista appena prima della Moto2) e le temperature ottimali hanno prodotto tempi molto veloci e prestazioni interessanti con i  primi 23 tutti in un secondo.

Il migliore della sessione è stato Jonas Folger, sostituto di Pawi del team Petronas, che ha fermato il suo cronometro in 1.24.354. Dietro di lui, a soli 7 millesimi Marcel Schrotter che è anche stato protagonista di una caduta in curva 3 a pochi minuti dalla fine. Solo una chiusura di avantreno per lui, una breve scivolata nella ghiaia e niente di più. 

Terza la KTM di Iker Lecuona, tra i più veloci a metà turno, che paga quasi tre decimi da Folger. La Casa di Mattinghofen sta mettendo la testa fuori dal tunnel di difficoltà, e tra miglioramenti vari, nuove moto e telai differenti le sta davvero provando tutte per tornare in cima.

Quarto e tra i migliori per tutta la sessione, è Andrea Locatelli a 318 millesimi da Folger 

Quinta posizione per Fabio Di Giannantonio, in scia positiva dopo le ottime prestazioni di Barcellona (caduto mentre era in lotta per il podio) e Assen (undicesimo). Il debuttante italiano continua la sua conoscenza della Moto2 e la rincorsa al titolo di Rookie of the Year che però al momento è saldamente nelle mani di Bastianini. 

Chi sicuramente si aspettava di più dal suo debutto in Moto2 è Jorge Martin. Il campione del mondo Moto3 del 2018 è ultimo nella classifica dei debuttanti ma sembra aver trovato la quadra con la sua KTM visto che ad Assen era stato molto competitivo fino alla caduta. Stamattina ha ottenuto il sesto tempo, a pochi millesimi da Di Giannantonio e beffando il leader del mondiale Luthi, settimo. 

Dietro al pilota Dynavolt si è classificato Lorenzo Baldassarri, scivolato in quinta posizione nella classifica mondiale e reduce da due zeri consecutivi a Barcellona e Assen (dove ha anche coinvolto Marquez). 

Ottimo nono posto per Stefano Manzi con la MV Agusta davanti alla NTS di Bendsneyder. Undicesimo Navarro, caduto anche lui in curva 3 a fine sessione proprio come Schrotter. Dietro allo spagnolo, Luca Marin, alla ricerca di una continuità di risultati dopo l'ottimo podio del GP d'Olanda. 

Quattordicesimo Alex Marquez dietro a Nagashima e davanti alla KTM di Brad Binder con il "poker" Gardner, Fernandez, Vierge e Lowes dietro di loro tra la 16° e la 19° posizione. 

Solo 22° Enea Bastianini che con Aegerter ha chiuso la lista di piloti compresi nel distacco di 1 secondo da Folger. Il primo degli "esclusi" è Bulega 24° a 1.065 dal migliore davanti a Joe Roberts e Marco Bezzecchi, caduto in curva 5 a inizio sessione e ancora in grave difficoltà con la KTM. 

Mancano all'appello Chantra e Oettl entrambi fuori per infortunio. 

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti