Tu sei qui

MotoAmerica, Ecco i protagonisti 2019

Il campione Beaubier riprende il numero 1, Elias torna al 24, la Panigale R di Wyman ha il 33. In pista Yamaha, Suzuki, BMW, Kawasaki e Ducati

MotoAmerica: Ecco i protagonisti 2019

Ragazzi, siete pronti? I protagonisti del MotoAmerica escono dal letargo e tornano in pista tra pochi giorni, per il primo appuntamento dei dieci fissati nel calendario USA.

A Road Atlanta, Georgia, vedremo in azione i 19 piloti iscritti alla classe Superbike, quella più ricca e spettacolare della serie di Wayne Rainey. Il campione in carica Cameron Beaubier dovrà difendere il numero 1 appiccicato al cupolino della sua Yamaha R1 ufficiale, la quattro cilindri di Iwata più volte sul trono MotoAmerica ed assistita direttamente dalla Casa giapponese, ecco perché la livrea del team Monster Energy è identica a quelle di Rossi e Vinales con le M1 MotoGP.

 

Compagno di squadra del californiano è un texano: Garrett Gerloff, venticinque anni, tiene il suo amato numero 31. Lui, come Toni Elias, proveranno a rovinare la festa di Beaubier, voglioso di quarto titolo. Infatti, anche Toni vuole ripetersi: dopo l'affermazione 2017, l'ex iridato della Moto2 torna al suo 24, numero che ha fatto dannare più di un rivale nel Motomondiale.

Josh Herrin, titolato AMA, ha il numero 2. Se Roberts odiava quel numero perché - a suo dire - assegnato al primo dei perdenti, ad Herrin invece piace e non si fa problemi nell'esibirlo. Il pilota di Huntington Beach qualche problema lo darà ad Elias, suo compagno di team nella struttura ufficiale Suzuki Yoshimura.

 

 

Il campione Supersport JD Beach salta in alto e con la R1 e tabella 95 vuole dar fastidio ai top rider. Il sudafricano Mathew Scholtz non si accontenterà di qualche podio e successo di tappa: l'obiettivo del pilota oro e nero si chiama titolo MotoAmerica.

Torna in patria Jake Gagne, dopo un anno di Mondiale Superbike. Il ragazzo di San Diego debutta con la nuova BMW S1000 RR, una moto che desta interesse e curiosità tra i fans a stelle e strisce. Ancor maggiore è l'audience che sta ricevendo Kyle Wyman, pilota dello stato di New York che porta una fiammante Panigale V4 R nella massima serie del motociclismo d'oltreoceano. La sua Ducati numero 33 sarà l'unica rossa bolognese in pista e Kyle sta lavorando sodo per allestirla al meglio del suo potenziale.

Color verde rappresentato dalla Kawasaki Ninja, con David Anthony alla guida della ZX-10RR preparata dal team Fly Racing. Non sappiamo se la quattro in linea di Akashi volerà, ma il nome della squadra promette molto bene.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti