Tu sei qui

Moto2, Barberà: 22 giorni di servizi sociali e un anno senza patente

Il pilota spagnolo condannato in giornata dopo l'arresto a Valencia per guida ad alta velocità e in stato di ebbrezza 

Moto2: Barberà: 22 giorni di servizi sociali e un anno senza patente

Una cosa è certa: Hector Barberà non sta attraversando un momento facile. Già, perché in pista non è ancora riuscito a ottenere più dell’undicesimo posto, mentre fuori ne ha combinata un’altra delle sue. Nella giornata di ieri lo spagnolo è stato infatti arrestato per guida ad alta velocità e in stato di ebbrezza, mentre si trovava al volante della sua Audi R6 dopo una festa di compleanno con amici. Fermato dalla polizia di Valencia, il pilota ha riportato il valore di 0,6 nell’esame dell’alcool test.

Non è la prima volta che l'iberico si macchia di simili comportamenti, dal momento che nel 2014 fu arrestato mentre guidava senza patente, perché ritirata, la propria Maserati.  Tenendo conto della recidiva, in giornata il giudice ha deciso di condannare il portacolori del team Pons a 22 giorni di servizi sociali con il conseguente ritirato della patente per la durata di un anno.

In merito all’accaduto, Barberà ha dichiarato: “Non è un momento semplice e il mio è stato un grande errore – ha ammesso – le leggi bisogna rispettarle e sono pentito per il mio comportamento”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti