Tu sei qui

Moto3, Canet beffa Fenati sul traguardo di Assen

Lo spagnolo regola l'italiano in un pazzo ultimo giro, terzo McPhee. 10° Bulega, attardati gli altri italiani

Moto3: Canet beffa Fenati sul traguardo di Assen

Il mattino piovoso di Assen aveva lasciato presagire una gara bagnata per la Moto3, ma per fortuna così non è stato ed a guadagnarne è stato lo spettacolo. Un gruppo di ben undici piloti è infatti giocato la vittoria ed il podio sino all’ultima storica esse, ed a uscire vincitore da questa corrida è stato Aron Canet.

Lo spagnolo non si è perso d’animo quando è stato costretto ad una divagazione sull’erba per evitare moto di Fabio Di Giannantonio (caduto dopo pochi passaggi), riuscendo a recuperare a suon di giri veloci sul gruppo di testa e fulminando Romano Fenati sul finale. Il pilota azzurro si è dovuto dunque accontentare della seconda piazza, un grande risultato avvalorato dal fatto che l’ascolano scattava dall 15° casella. Un’altra grande rimonta è stata quella dello scozzese John McPhee, che completa il podio olandese. Rimane invece a bocca asciutta il poleman Jorge Martin, alle prese con un’altra gara caratterizzata da grande velocità ma anche diverse sbavature, mentre ottima è la prova di Jules Danilo, Marcos Ramirez, Gabriel Rodrigo e Tatsuki Suzuki, che occupano dalla quinta all’ottava posizione.

Gara negativa per il capoclassifica Joan Mir, che nelle ultime curve dell’ultimo giro è scivolato dalla prima alla nona posizione, mentre chiude la top ten Nicolò Bulega, beneficiando delle cadute nel finale di Norrodin e Bendsneyder. L’olandese ha tagliato il traguardo ruzzolando sull’asfalto separato dalla sua moto, ed è stato così squalificato.

Concentrandoci sui piloti azzurri, giornata da dimenticare per il già citato Di Giannantonio, Pagliani, Bastianini, Dalla Porta, scivolati nelle prime fasi di gara, mentre Tony Arbolino è stato costretto al ritiro. Nemmeno partito invece Niccolò Antonelli, rimasto ai box per problemi fisici. Gli altri italiani al traguardo sono Andrea Migno 14° e Marco Bezzecchi 16°.

LA CRONACA

Allo start Atiratphuvapat scatta davanti a tutti ma martin passa subito in testa. Al termine del primo giro Martin è seguito da Bensneyder, Mir e Suzuki. Poi Norrodin, Fenati, Atiratphuvapat e Danilo. Chiudono la top ten Bezzecchi e Pagliani. 11° Di Giannantonio davanti a Bulega e Bastianini.

Nelle ultime fasi del secondo giro cadono Di Giannantonio e Bastianini, con il secondo che è riuscito a ripartire.

Terzo giro. Martin resta in testa su Bendsneyder e Fenati; nel gruppo di testa anche Mir, Norrodin e Suzuki. Settimo Danilo davanti a Bezzecchi, Pagliani e Bulega.

Mancano 16 giri alla fine, Romano Fenati comanda con un lieve vantaggio su Bendsneyder, Mir, Martin, Suzuki e Norrodin. Il secondo gruppo è aperto da Ramirez seguito da Danilo, Canet, Bulega, Rodrigo e McPhee. 14° Bezzecchi, 16° Migno. Nel frattempo a terra Pagliani e Dalla Porta.

14 giri alla fine. Fenati non è riuscito a fuggire, così il gruppo di testa resta compatto con tutti i suoi effettivi. Nel secondo gruppo Bulega e McPhee faticano a mantenere il ritmo. Ritiro per Arbolino, mentre Dalla Porta è rientrato.

La gara è tutt’altro che delineata a 12 giri dal termine. Canet sta guidando la riscossa del secondo gruppo, che si sta avvicinando pericolosamente alla coda del primo gruppo, formata da Suzuki e Norrodin.

A 10 passaggi dalla fine il gruppo di testa è diventato di 11 piloti! Canet, Ramirez, Danilo, McPhee e Rodrigo si sono uniti al primo gruppo, ed ora tutto può succedere. 12° e staccato Bulega, 17° Migno davanti a Bezzecchi.

Sette giri al termine. Fenati comanda davanti a Mir e Ramirez. Quarto Martin davanti a Canet e McPhee. Il resto del gruppo rimane vicino ma sembra faticare a restare della partita. 12° Bulega, 17° Migno, Bezzecchi 19°.

Nelle ultime fasi del quint’ultimo giro Martin ha un contatto con Ramirez ed è costretto ad accodarsi in fondo al gruppo.

Tre passaggi alla fine. Mir davanti a tutti seguito da McPhee, Danilo, Fenati, Canet, Suzuki, Norrodin, Rodrigo, Ramirez, Martin e Bendsneyder. Tutto ancora aperto in vista degli ultimi due giri.

Ultimo giro. Mir comanda su Canet, McPhee e Fenati, anche Martin della partita. Si arriva all’ultima esse con Fenati in testa, che viene però superato da Canet. Vince lo spagnolo davanti all’italiano, terzo McPhee. Ai piedi del podio Martin, poi Danilo, Ramirez, Rodrigo, Suzuki, Mir e Bulega, che guadagna la top ten con le cadute di Norrodin e Bendsneyder all’ultimo giro. 15° Migno. 

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti