Tu sei qui

Moto2, Morbidelli domina le FP3 a Losail

Miglior tempo sul giro secco e passo gara più veloce per l'italiano del team Marc VDS che batte Marquez e Kent

Moto2: Morbidelli domina le FP3 a Losail

Ultimi 45 minuti di prove libere anche per la Moto2 sulla pista di Losail, una sorta di cattedrale illuminata artificialmente nel deserto del Qatar e, proprio come ieri, i piloti della classe di mezzo hanno alternato brevi uscite nelle prime battute, lavorando sugli assetti, e si sono scatenati negli ultimi 7 minuti, cercando il miglior tempo.

Tra un sorpasso e l’altro, il più veloce è stato Franco Morbidelli che, dopo aver tarato al meglio le sospensioni Ohlins della sua Kalex, ha sfruttato pienamente le gomme Dunlop, segnando un tempo parziale (2’00”349) che relega il compagno di team Alex Marquez in seconda posizione nella lista dei tempi, ma non solo: Franco ha anche mostrato il passo gara più veloce e costante della categoria.

Il fratello di Marc, come detto, ha accusato un ritardo da Morbidelli, ma risicato: solo 23 millesimi; i piloti del team Marc VDS hanno trovato il feeling giusto con le loro Kalex, proprio come l’inglese Danny Kent che ha piazzato la sua Suter colorata asimmetricamente in terza posizione con il tempo di 2’00”568.

I due elvetici Thom Luthi e Dominique Aegerter con il quarto e quinto tempo, prima di Xavi Vierge con la Tech3 dotata di telaio Mistral e sospensioni Kayaba ed un ritardo da “Morbido” di quasi mezzo secondo.

Il rookie Fabio Quartararo del team Pons ha chiuso il turno con la settima prestazione, precedendo Oliveira con la nuova KTM ed il tedesco Schrotter. Un altro debuttante, Jorge Navarro con la Kalex del team Gresini, ha siglato l’undicesimo tempo, Lorenzo Baldassarri il dodicesimo a circa sette decimi dalla vetta.

Sedicesimo crono per Mattia Pasini dopo il giapponese Nakagami, diciottesimo per il sudafricano Brad Binder con la seconda KTM, più indietro rispetto a ieri gli azzurri Luca Marini e Francesco Bagnaia (che ha girato con gomme usate), rispettivamente ventunesimo e ventitreesimo nella lista, in mezzo a loro Simone Corsi con la Speed Up. Andrea Locatelli e Stefano Manzi hanno finito il turno coi tempi numeri 31 e 32, precedendo il padrone di casa Al Sulaiti, ex Kawasaki Pedercini SBK.

 

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy