Una vittoria annunciata: Checa 1°

In gara 1 lo spagnolo non ha avversari e precede Biaggi di quattro secondi

Share



Poteva essere prevedibile - anche se le condizioni atmosferiche potevano influire sul risultato - ma la vittoria di Carlos Checa nella gara inaugurale del Mondiale Superbike 2011 è stata netta. Infatti sono stati oltre quattro i secondi il vantaggio finale dello spagnolo su Max Biaggi che ha saggiamente portato a casa un prezioso secondo posto, realizzando peraltro il giro più veloce.

A questo punto la Ducati ha confermato la sua competitività anche se affidata ad un team privato sia pure di altissimo livello come quello Althea Racing che può godere del totale appoggio della Casa bolognese.

Ottimo il podio di Leon Haslam apparentemente uscito dalla crisi della BMW e che si è confermato velocissimo su questa pista. Bene anche Marco Melandri e Michel Fabrizio che potranno essere protagonisti della stagione.

CHECA SUBITO IN TESTA - Con la pista che si sta velocemente asciugando parte la prima gara della stagione con Biaggi velocissimo, come al solito al via, ma all'uscita della prima curva è Eugene Laverty a guidare il gruppo seguito dallo stesso Biaggi, presto superato anche da Checa. L'irlandese cerca di allungare ma viene superato da Carlos Checa che tenta la fuga, mentre Biaggi, terzo, viene avvicinato da Leon Haslam. Al quarto giro il vantaggio dello spagnolo è di oltre un secondo e due decimi. Un gruppetto formato da Melandri, Corser e Rea combatte per il quinto posto ma è già distaccato di oltre tre secondi dal leader.

Al sesto giro Biaggi supera Laverty, imitato da Haslam. Come previsto lo spagnolo e il campione del mondo hanno un altro passo e guadagnano del terreno anche se distanziati di due secondi tra loro. Cade Sylvain Guintoli (Ducati) partito dalla prima fila, senza conseguenze.

LOTTA PER IL TERZO POSTO - Mentre continua la corsa solitaria di Carlos Checa, seguito da Biaggi, si sviluppa un battaglia per il terzo posto tra Haslam, Laverty, Melandri e Rea che viaggiano a sei secondi dal primo.A metà gara Melandri supera il compagno di squadra Laevrty portandosi in quarta posizione seguito da Jonathan Rea. La marcia del ravennnate si fa più decisa è al dodicesimo passaggio è terzo, girando, comunque, oltre tre decimi più piano di Checa che lo precede di otto secondi. Da metà gruppo

arriva Michel Fabrizio che si aggancia al gruppetto guidato da Melandri e dal quale esce Rea, vittima di un fuoripista dal quale rientra in tredicesima posizione. Esca di gara Joan Lascorz per una caduta.

BIAGGI CONTROLLA IL SECONDO POSTO - A due terzi di gara il vantaggio di Checa su Biaggi è di quasi cinque secondi ed appare chiaro che il campione del mondo si accontenta della posizione d'onore, vista l'impossibilità in questa gara di tenere il passo dello spagnolo.  Melandri è terzo seguito come un'ombra da Haslam, mentre Fabrizio è salito in quinta posizione. Il britannico non si accontenta e torna in terza posizione.

Nel finale Laverty attacca Fabrizio e lo supera passando in quinta posizione, avvicinandosi a Marco Melandri. Volata finale tra i due piloti della Yamaha ed è l'irlandese a imporsi, conquistando la quarta posizione.


LA CLASSIFICA DI GARA 1

1      7    Checa C. (ESP)    Ducati 1098R    34'16.503 (171,186 kph)

2      1    Biaggi M. (ITA) Aprilia RSV4 Factory    4.365

3     91    Haslam L. (GBR)    BMW S1000 RR    10.719

4     58    Laverty E. (IRL)    Yamaha YZF R1    11.266

5     33    Melandri M. (ITA) Yamaha YZF R1    11.293

6     84    Fabrizio M. (ITA)    Suzuki GSX-R1000    12.039

7     96    Smrz J. (CZE)    Ducati 1098R    20.294

8     66    Sykes T. (GBR)    Kawasaki ZX-10R    20.742

9     41    Haga N. (JPN)    Aprilia RSV4 Factory    22.421

10     11    Corser T. (AUS)    BMW S1000 RR    25.822

11     44    Rolfo R. (ITA) Kawasaki ZX-10R    29.270

12      4    Rea J. (GBR)    Honda CBR1000RR    31.059

13      2    Camier L. (GBR)    Aprilia RSV4 Factory    31.721

14     86    Badovini A. (ITA) BMW S1000 RR    36.389

15     67    Staring B. (AUS)    Kawasaki ZX-10R    36.470

16    111    Xaus R. (ESP)    Honda CBR1000RR    41.928

17     52    Toseland J. (GBR)    BMW S1000 RR    55.239

18     12    Waters J. (AUS)    Suzuki GSX-R1000    1'00.312

19      8    Aitchison M. (AUS)    Kawasaki ZX-10R    1'00.316

20    121    Berger M. (FRA)    Ducati 1098R    1'30.125

Articoli che potrebbero interessarti