Ron Haslam "Leon non mollerà"

Il mitico padre del leader del mondiale commenta la situazione del figlio

Share


 

Potrebbe essere uno di quei padri che ha titoli per dire la sua. Ron "Rocket" Haslam ha gareggiato per sedici anni, partecipando a 106 gran premi, guidando Honda (anche con il telaio De Cortanze), Suzuki e Cagiva. Non ha mai vinto ma è stato un protagonista assoluto.


A quasi 54 anni oggi affianca il figlio nell'avventura del Mondiale Superbike.

"Parliamo di cosa fare, lo aiuto a prendere delle decisioni - ci ha detto "Rocket" - ma devo dire che accade poche volte. Oggi Leon è un professionista (corre ad alto livello da più di dieci anni- ndr) e la sua squadra lo è altrettanto. Quindi, quello che fanno va bene, anche perché tutti i componenti del team sono veramente appassionati e questo nel nostro mondo è un bene".


Cosa manca a Leon per battere Biaggi?

"La moto a parte una differenza di velocità è molto buona: è maneggevole e ha una buona frenata. Questo aiuta molto nei circuiti dove non conta la velocità massima".


Sente la pressione psicologica di Max?

"Lo rispetta, così come quasi tutti i piloti rispettano Leon. Ci sono alcuni circuiti che sono decisamente favorevoli all'Aprilia, mentre su altri Max è veramente difficile da superare. Quindi bisogna scegliere una buona strategia di gara e partire davanti. Ma state certi Leon non mollerà!"

Articoli che potrebbero interessarti