Tu sei qui

Guareschi ed il mistero di Le Mans

Il Commissario "Vitto" è sulle tracce del colpevole della caduta di Stoner

Moto - News: Guareschi ed il mistero di Le Mans

Share


Comincia a squarciarsi il velo di mistero che ha avvolto la caduta di Casey Stoner a Le Mans. Il "Mistero del Terzo Giro", risolto in occasione di una scivolata similare avvenuta in Qatar nella prima gara della stagione, non ha ancora un colpevole, ma quantomeno un indiziato sì.

I commissario Guareschi, la vittima, Stoner ed il tenente Cristian Gabarrini dopo aver condotto una lunga indagine che ha coinvolto i membri di CSI Miami e New York, l'NCIS ed il RIS di Parma sono giunti a questa conclusione.

"E' tutto molto strano perché Casey non ha capito ciò che è successo a Le Mans - ha detto Guareschi -  è stato un incidente molto strano perché di solito quando si perde l'anteriore è quando si opera sul  freno. Questo invece è stato un incidente del tutto diverso rispetto a quello del Qatar, dove Casey ha usato troppo il freno anteriore. Questa perdita di aderenza è avvenuta  in uscita e Casey aveva aperto il gas del 50%, com'è normale,  e pensiamo che la gomma anteriore non fosse ancora abbastanza calda. La gomma anteriore, quando la moto è tornata ai box, sembrava nuova ed ancora lucida, mentre la posteriore aveva lavorato. In Qatar Casey aveva  usato troppo il freno anteriore e lo aveva perso, la forcella era vicino al fondo corsa , 150 mm verso il basso, ma a Le Mans la forcella invece era quasi completamente estesa e mancavano 20 mm dal fine corsa, e Casey non stava toccando il freno ".

{loadposition adsense}

Articoli che potrebbero interessarti