Tu sei qui

MotoGP, Oliveira: “L'aero-rake? È come avere una racchetta da tennis sulla coda”

“Abbiamo tanto lavoro da fare, ma le sensazioni sono positive.  Difficile dire quanto sia migliorata la moto 2024 rispetto alla 2022, ma di sicuro ha più downforce, il motore è diverso e c’è più potenza”

MotoGP: Oliveira: “L'aero-rake? È come avere una racchetta da tennis sulla coda”

C’è tanto lavoro da fare in casa Aprilia, specialmente nel box Trackhouse e Miguel Oliveira lo sa bene. Al termine della prima giornata di testa a Sepang, il portoghese chiude quindicesimo davanti alla Ducati di Bagnaia. Il pilota non è mai andato alla ricerca del tempo sul giro, preferendo focalizzarsi sulle varie componenti.

Tra queste anche l' aero-rake, ovvero dei sensori sorretti da una griglia che misurano il flusso d’aria. La novità non è passata certo inosservata, tanto che Miguel ha detto: “È come se avessi una racchetta da tennis sul posteriore – ha scherzato – avendo tanto materiale da provare abbiamo fatto dei test. La differenza l’avverti anche se non è grande”.   

 Miguel fa poi un bilancio del martedì.

“È stata una giornata positiva – ha detto il portacolori Trackhouse – era importante avere alcuni riscontri sulla moto in modo da capire come muoverci e da che parte spingere. Abbiamo tanto lavoro davanti a noi, servirà del tempo, ma le sensazioni sono buone. Questa è solo la prima giornata e sappiamo bene che non è mai semplice. Di sicuro abbiamo visto già diversi piloti molto veloci”.

In classifica il portoghese compare 15°.
“All’una ho fatto il mio giro veloce. Era la prima volta che avevo montato la giusta combinazione di gomme dato che abbiamo sfruttato la giornata per svolgere diverse valutazioni. Alla fine questi sono test e siamo solo all’inizio perché abbiamo tante cose da provare e ogni volta i riferimenti sono diversi”.

Infine una battuta per spiegare cosa cambia tra la moto usata lo scorso anno e quella nuova.  
“Difficile dire quanto sia grande il gap, anche se avverti una differenza importante in termini di sensazioni tra la moto 2022 e questa. C’è più downforce, il motore è diverso, c’è più potenza, ma dobbiamo capire tutto quanto. Abbiamo iniziato a lavorare quest’oggi, concentrandoci”.


Articoli che potrebbero interessarti