Tu sei qui

Beta Alp 4.0 e Alp X: la moto per farci... di tutto e di più!

Betamotor rinnova uno dei suoi best seller, la Alp, ora declinata in due versioni, la Alp 4.0 e la Alp X. Il mito è tornato!

EICMA: Beta Alp 4.0 e Alp X: la moto per farci... di tutto e di più!

Share


La famiglia Beta si allarga e porta sul mercato due modelli inediti nel settore on-off e scrambler. Basandosi sulla storica Alp 4.0 i tecnici Betamotor hanno pensato e sviluppato due versioni completamente nuove del modello. Arrivano le nuove Alp 4.0 e Alp X! Non avete mai sentito parlare di Alp? Molto male! Alp è un’icona tra i veicoli più trasversali del mondo motociclistico, una moto semplice, intuitiva e distintiva. Capace di trovarsi a proprio agio sia su strada che in offroad, adatta per il tratto casa – ufficio così come per viaggi più impegnativi fuori dalle strade asfaltate. Beta Alp si presenta come un mezzo affidabile e ben fatto che strizza l’occhio ad una platea di utenti estremamente vasta, dai giovani ragazzi con la patente A2 in cerca di una prima moto, ai motociclisti di ritorno in cerca di un mezzo semplice e parco nei consumi, dalle ragazze in cerca di una moto moderna non eccessivamente alta o pesante, a tutti gli amanti del fuoristrada leggero alla ricerca di un mezzo equilibrato e divertente.

Alp è la moto tuttofare per eccellenza ed è tornata in una veste totalmente nuova. Come tutti i modelli Beta, anche le nuove Alp rispettano il concetto di RideAbility, sono cioè progettate per consentire da un lato la massima guidabilità, dall'altro per permettere al singolo individuo di esprimere al meglio il proprio potenziale e divertirsi in ogni occasione. La nuova generazione di Alp riprende i modelli precedenti per la versatilità on-off e porta in campo due moto agili e maneggevoli con caratteristiche specifiche per rispondere ad esigenze diverse. Alp non è quindi solo 4.0 ma è anche X. Una doppia scelta? Sia Alp 4.0 che Alp X sono pensate per offrire la massima guidabilità su tutti i terreni, ma si caratterizzano per specifici dettagli estetici e funzionali data la diversa destinazione d’utilizzo. 

Alp 4.0 si rivolge ai tradizionalisti legati al mondo off-road del marchio. La nuova Alp 4.0 è una moto agile e facile da guidare, adatta per chiunque voglia avvicinarsi al mondo del fuoristrada in modo ludico e non impegnativo. Le plastiche avvolgenti, le ruote da 18 e 21 e le gomme tassellate sottolineano l’appartenenza al mondo offroad, ma non le impediscono di essere anche una moto maneggevole per le strade di città. Anche le pedane sono state studiate nel dettaglio e sono previste di gommino rimovibile, così da garantire sia il massimo confort su strada, che massimo grip in off-road. Alp 4.0 è l’avventuriera perfetta per piacevoli weekend in fuoristrada.

Alp X è un modello senza precedenti in casa Beta. Fa suo il concetto di Alp, e si avvicina ai gusti più moderni di coloro che hanno riscoperto il mondo scrambler. Alp X condivide la componentistica di base con Alp 4.0 ma vira il suo carattere verso il segmento Modern Classic portando caratteristiche stradali specifiche come le ruote da 17 e 19 pollici con pneumatici più stradali e le plastiche rastremate, arricchite dal faro tondo. Alp X mostra un appeal completamente diverso e diventa la moto perfetta per la città e peri viaggi a lungo raggio, pur rimanendo sempre pronta ad affrontare strade sterrate lungo il cammino. Alp X – così come Alp 4.0 - permette di viaggiare comodamente anche in coppia, grazie all’accogliente sella e alle comode maniglie del passeggero. Alp X è la moto user friendly per eccellenza.

Motore monicilindrico da 350 cc

Alp 4.0 e Alp X condividono la stessa base tecnica, che ora vediamo nel dettaglio. I nuovi modelli Alp 4.0 e Alp X sono equipaggiati con un motore 350cc nato dalla collaborazione tra i tecnici Betamotor e quelli del marchio Tayo Motorcycles. Sviluppato appositamente per questo progetto, il nuovo propulsore ad iniezione elettronica è capace di erogare fino a 35 CV a 9500rpm. Per sfruttare tutta la potenza e la coppia disponibile il motore è stato equipaggiato con un cambio a 6 rapporti e garantisce una velocità massima di oltre 130km/h. Grazie a i consumi ridotti e al serbatoio da 11 litri, di cui 2,3 litri di riserva, la nuova Alp vanta una buona autonomia che permette di affrontare anche lunghi percorsi in fuoristrada lontani da distributori.

Il telaio delle nuove Alp si presenta come perimetrale in acciaio con motore appeso e finitura nera. Questo assicura contemporaneamente robustezza e maneggevolezza al mezzo, grazie alle quote ciclistiche individuate dai tecnici Betamotor, che lavorano in perfetta sinergia con le sospensioni. Sia la forcella anteriore che il mono posteriore sono settate per assicurare massimo divertimento, ma mantenendo un occhio di riguardo per quello che concerne comodità e comfort alla guida. Diversa l’altezza della sella, di 865 cm per Alp 4.0 e di 855 per Alp X. Entrambi i modelli sono equipaggiati con un disco da 290 mm all’anteriore e 220 mm al posteriore, con pompa e pinza freno Nissin. Non manca il sistema di ABS Bosch di serie. La strumentazione è LCD.

Per quanto riguarda l’estetica i due modelli si contraddistinguono per la finitura e forma delle sovrastrutture, Alp X si presenta con plastiche più rastremate che ne evidenziato lo stile Modern Classic, mentre quelle di Alp 4.0 risultano più avvolgenti. Le forme di Alp X si integrano alla perfezione con il nuovo faro tondo a LED di ultima generazione, mentre sulla versione 4.0 l’illuminazione è affidata ad un faro con un taglio più moderno e squadrato, sempre con luce a LED. Punto in comune per quanto riguarda l’estetica è il nuovo portatarga basso che non si collega al codino posteriore ma, secondo uno stile più stradale e moderno, viene posizionato direttamente sulla ruota posteriore. La gamma di accessori per la nuova generazione di Alp prevede paramani, borse laterali e bauletto. La Alp 4.0 vede i coliri White e Red, la Alp X il Grey ed il Dark Grey. Arriveranno sul mercato a dicembre.

Articoli che potrebbero interessarti