Tu sei qui

SBK, Manzi, Migno e Antonelli: lavori in corso in casa VR46 per il 2023

Stefano è senza dubbio uno dei pezzi pregiati del mercato dopo l’ultima stagione in SuperSport con Triumph, mentre Andrea e Niccolò potrebbero avere un destino comune

SBK: Manzi, Migno e Antonelli: lavori in corso in casa VR46 per il 2023

Share


La stagione 2023 si è da poco conclusa e per la VR46 è senza dubbio un’annata da incorniciare. Pecco Bagnaia ha infatti regalato all’Academy il suo primo titolo in MotoGP, mentre Marco Bezzecchi ha conquistato la corona di Rookie of the Year in sella alla Ducati del team Mooney.

Due traguardi di spessore, che confermano il lavoro portato avanti da parte di Valentino Rossi, Alessio Salucci e Alberto Tebaldi. Se l’attività in pista si è conclusa, a Tavullia già si lavora in ottica 2023, perché c’è ancora qualche pilota in attesa di capire il proprio futuro.

È il caso di Stefano Manzi, autore di un 2022 in netta crescita al debutto con i colori Triumph in SSP. Il pilota romagnolo, primo a vincere tra le Next Gen con la Street Triple RS, è in attesa di avere conferme per il prossimo anno.

Il team di Simon Buckmaster lo vorrebbe nuovamente all’interno della squadra, ma al tempo stesso non manca il corteggiamento da parte di altri team. Uno di questi è Evan Bros, vincitore in passato della categoria con Randy Krummenacher e Andrea Locatelli. Per Manzi ci sarebbe una sfida tutta tricolore in sella alla Yamaha R6 lasciata da Lorenzo Baldassarri.

Nel CEV2 Moto2 vedremo invece all’opera Niccolò Antonelli. Come riportato alcune settimane fa, Fantic ha deciso di preferirgli Borja Gomez nella classe intermedia e allora il romagnolo è stato costretto a cambiare i propri orizzonti. Nel Campionato Europeo potrebbe fargli compagnia anche Andrea Migno.

Dopo ben 10 anni nel Motomondiale, il pilota di Cattolica ha salutato a Valencia i compagni della Moto3. Il suo futuro è ancora tutto da scrivere, ma la pista più concreta sembra proprio quella rappresentata dal CEV Moto2. Ad attendere Antonelli e Migno sembra quindi esserci un destino comune.       

 

Articoli che potrebbero interessarti