Tu sei qui

Moto3, Paura per Migno, Alcoba e Acosta, ad Austin vince Guevara

IL VIDEO AGGHIACCIANTE Ad Austin una gara caotica e segnata da due bandiere rosse consegna la vittoria a Izan Guevara. Foggia 2° e ora a -30 da Pedro Acosta, 8°. Spaventoso incidente, senza conseguenze, che in pieno rettilineo ha visto coinvolti Alcoba, Migno e lo stesso Acosta.

Moto3: Moto3, Paura per Migno, Alcoba e Acosta, ad Austin vince Guevara

Share


Alla fine è andata bene. Ad Austin la Moto3 consegna agli annali una gara caotica ed un grossissimo spavento dopo un incidente bruttissimo in pieno rettilineo causato da Oncu, che cambiando la traiettoria in pieno rettilineo tocca Alcoba – che lo seguiva in scia – che cade e coinvolge Andrea Migno e Pedro Acosta. Nonostante il brutto volo, i piloti stanno tutti bene e fortunatamente si può parlare solo del lato sportivo della corsa.

Per Guevara arriva un primo successo sorprendente: nonostante la forza dimostrata nel corso del GP, condotto per gran tratti, Guevara aveva dovuto alzare bandiera bianca per un problema tecnico dopo 2 giri dalla ripartenza a seguito della prima bandiera rossa. Lo ha salvato la decisione della direzione gara di considerare come finali i risultati della gara alla prima interruzione.

Per Foggia il secondo posto è importantissimo: con i 20 punti di oggi, scende a 30 il gap dalla vetta (218 punti Acosta, 188 Foggia) con altre 3 gare da correre. Sul podio anche McPhee, 4° Masia e 5° Oncu, attualmente under investigation per aver causato l’incidente in rettilineo. Completano la top-10 Alcoba, Binder, Acosta, Suzuki e Migno.

LA GARA – Al via Masia tiene la posizione davanti ad Artigas – autore però di un jump start – e Guevara che creano un piccolo gap sul resto del gruppo con Oncu primo inseguitore. Foggia si ritrova sesto al termine del giro, con Acosta 13°

GIRO 3 – Guevara, Masia e Alcoba creano un piccolo gap sul resto del gruppo con Foggia primo inseguitore. Artigas, dopo aver scontato il primo dei due long lap penalty, ottiene il giro più veloce dalla nona posizione. Acosta 11°.

GIRO 5 – Artigas, ora 15°, firma un nuovo giro veloce. Davanti Guevara prova a creare un piccolissimo gap su Foggia e Masia, Acosta si gioca l’8^ posizione con Acosta e Migno.

GIRO 7 – Caduto Salac in curva 11 con la moto che rimane in pista e il pilota a terra dolorante ma cosciente. La Direzione Gara espone la bandiera rossa per permettere ai commissari di soccorrere il pilota di Prustel con più tranquillità.

GIRO 8 – Si riparte con la griglia basata sulle posizioni al 7° giro e con altri 5 giri da completare. Al via Guevara mantiene la posizione con Binder e Oncu. Foggia si ritrova in quinta posizione con Acosta nono.

GIRO 9 – Colpo di scena! Guevara è costretto a fermarsi per un problema tecnico mentre si trovava al comando della gara! Campo libero per i due Petronas e per Masia con Foggia quarto e Acosta 10°.

GIRO 10 – Botto clamoroso in pieno rettilineo con Alcoba che cade dopo aver preso la ruota di Oncu che si è spostato in rettilineo dopo averlo passato, perde l’equilibrio e coinvolge Migno e Acosta. La Direzione di Gara espone la bandiera rossa e decide di assegnare i punti in base al risultato della gara alla prima interruzione. Vittoria assegnata a Guevara davanti a Foggia e McPhee.

 

Articoli che potrebbero interessarti