Moto3, Qatar - Miracolo di Acosta: parte dalla pitlane e vince, 3° Antonelli

Il debuttante del team Red Bull KTM riesce nell'impresa, come fecero anche Marquez e Pedrosa in MotoGP . Sul podio anche Binder mentre Andrea Migno e 4°

Share


Prestazione esemplare, nel Gran Premio di Doha, quella di Pedro Acosta. Il pilota del team Red Bull KTM Ajo dopo essere partito dalla pit-lane, a causa di una penalità per guida irresponsabile rimediata durante le FP2, ha risalito l’intero gruppo dopo aver accumulato uno svantaggio di dieci secondi già alla prima curva del tracciato. Il rookie, numero 37, è riuscito nell’impresa che per tutti sembrava impossibile guidando a vita persa fino a ricongiungersi al gruppo di testa. Prima di lui Daniel Pedrosa era riuscito a vincere il GP della Comunità Valenciana partendo in coda al gruppo, dalla pit-lane, nel 2012, mentre Marc Marquez lo aveva fatto nel 2014 al Sachsenring.

Quando lavori con il team migliore il lavoro è semplice e puoi farcela – sono state le prime parole di Acosta - Ieri vedevo tutto nero dopo la penalità. Questa mattina mi sono alzato e ho detto al mio assistente Pako: ‘Amico possiamo farcela! Al decimo giro sarò nel gruppo’. Alla fine, sono riuscito ad essere qui e posso dire solo grazie alla mia famiglia, al mio assistente e specialmente al mio team perché senza tutti loro non potrei essere qui”.

Secondo classificato: Darryn Binder. Il pilota del team Sprinta Petronas Racing, partito dalla settima posizione, è stato protagonista dal primo giro del GP della bagarre nel gruppo di testa. Il sudafricano non ha potuto nulla contro la KTM di Acosta, complice anche un contatto con John McPhee. Il britannico non ha conluso la gara poiché coinvolto in una caduta causata da un contatto con Jeremy Alcoba.

Completa il podio a Losail Niccolò Antonelli. Un’assenza dal parco chiuso, quella di Niccolò, che andava avanti dal Gran Premio di Spagna del 2019. Il neo-pilota del team Esponsorama Avintia Moto3 sembra finalmente aver ritrovato quello che gli era mancato negli ultimi due anni. Fuori dal podio Andrea Migno (Rivacold Snipers Team). L’italiano non è riuscito a passare in scia sul rettilineo Antonelli e ha terminato quarto. Seguono Kaito Toba (CIP Green Power) e il rookie Izan Guevara (GASGAS Gaviota Aspar Team).

Più in dietro, in decima posizione, troviamo Romano Fenati (Sterilgarda Max Racing Team) anche lui partito dalla pit-lane, 16esimo Stefano Nepa e 17esimo Dennis Foggia.

 

Articoli che potrebbero interessarti