Moto3, Fernandez centra la pole tra l'imbarazzo generale, Arbolino 27°

Tra attese, scie e strategie, la classe leggera propone uno spettacolo deprimente in Q2. In prima fila Alcoba e Sasaki. Ogura 5° davanti ad Arenas

Share


Spettacolo a dir poco imbarazzante, ancora una volta, in Moto3. Qualifiche al limite del grottesco con la maggior parte dei piloti che non sono riusciti a fare l’ultimo time attack prendendo bandiera a scacchi. Ne si parla da anni, ma alla fine non cambia mai nulla, la classe leggera è ormai quasi sempre in mano alle scie e alle strategie con piloti che si aspettano ai box e rischiano, come successo oggi, di non fare il tempo. 

Ad ogni modo l’ultima qualifica del 2020 ci ha regalato colpi di scena già dal Q1 visto che Tony Arbolino è rimasto fuori e domani scatterà dalla 27° posizione. Il pilota del team Snipers, che in questo fine settimana si sta giocando il mondiale con Arenas ed Ogura, ha sbagliato nei suoi due giri lanciati e domani dovrà cercare di risalire la classifica dal fondo dello schieramento. 

In Q2, dopo il brutto spettacolo di attese e strategie che vi abbiamo raccontato, a fare la pole position è stato Raul Fernandez, al 6° orologio della sua stagione davanti a Jeremy Alcoba, davvero in forma in questo weekend portoghese, e Ayumu Sasaki.  Seconda fila che sarà la maggior osservata nella gara di domani visto che al fianco di Tatsu Suzuki scatteranno Ai Ogura (passato dal Q1) e Albert Arenas (tra i piloti che non sono riusciti ad effetturare il secondo run). 

7° tempo e terza fila per Antonelli davanti a Foggia e Masia, con i piloti del team Leopard che domani saranno costretti ad effettuare dei Long Lap Penalty (1 Foggia, 2 Masia). 10° posizione per Rodrigo (caduto a metà Q2) davanti a Oncu e Garcia con Baltus, Vietti e Kunii alle loro spalle. Fanalini di coda del Q2, senza nemmeno aver fatto segnare un tempo Migno, Toba e Binder. 

Share

Articoli che potrebbero interessarti