Tu sei qui

Il nuovo Motoclub Pasolini ricorda il suo passato e guarda al futuro

Si è celebrato a Rimini l'annuale evento per celebrare l'indimenticato Renzo Pasolini e gli altri campioni del passato, e premiare i piloti romagnoli del presente 

News: Il nuovo Motoclub Pasolini ricorda il suo passato e guarda al futuro

Share


Celebrare i propri campioni, con uno sguardo al futuro. Può essere questo il motto dell’evento svoltosi ieri sera presso l’hotel Ambasciatori di Rimini, dove il nuovo Motoclub Renzo Pasolini (in collaborazione con il Rotary Club di Rimini) ha appunto celebrato i suoi campioni di oggi e di ieri.

A rappresentare il motociclismo romagnolo del passato più e meno recente ci hanno pensato pluricampioni come Eugenio Lazzarini, Pierpaolo Bianchi e Manuel Poggiali, unitamente ad altri ex piloti dal grande pedigree come Igor Antonelli e Maurizio Vitali. Tanti gli aneddoti snocciolati dai protagonisti e dal conduttore Fabrizio Santarini, all’insegna di un motociclismo più rustico che è sempre doveroso e bello ricordare.

Non sono mancati nemmeno i rappresentanti del motociclismo del presente, capitanati dal primo storico campione della MotoE Matteo Ferrari. Al suo fianco hanno sfilato anche Mattia Casadei, pronto alla sua seconda stagione in MotoE al pari di Ferrari e Kevin Zannoni, pronto all’assalto del titolo nel CIV Moto3 insieme al team Gresini.

Una serata che ha reso omaggio anche alle strutture che hanno aiutato e aiutano i piloti a crescere, come in primis l’autodromo di Misano, rappresentato dal direttore del circuito Andrea Albani. Una grande celebrazione del motociclismo romagnolo dunque, per chiudere definitivamente un 2019 che ha regalato grandi soddisfazione al Motoclub riminese guidato da Sergio Rastelli, tra i protagonisti durante il weekend della MotoGP di Misano grazie alla sua mostra “Wall of fame, le radici della Rider’s Land”.

Photocredits: Marzio Bondi

Share

Articoli che potrebbero interessarti