Tu sei qui

Moto3, A Buriram vince Arenas, Dalla Porta 2° allunga nel mondiale

L'azzurro sfrutta lo zero di Canet, steso da Binder, per portarsi a +22. Terzo Lopez, 5° Foggia davanti a Vietti, 10° Arbolino fermato da un problema alla mano

Moto3: A Buriram vince Arenas, Dalla Porta 2° allunga nel mondiale

Il modo migliore per svegliarsi? Semplice, godersi una gara della Moto3. Anche in Thailandia infatti la classe leggera ha regalato emozioni, tra sorpassi spettacolari e manovre oltre il regolamento. La notizia del giorno è che Lorenzo Dalla Porta consolida la sua prima piazza nel mondiale grazie alla seconda piazza conquistata ed allo zero di Aron Canet, steso da un Darryn Binder davvero sopra le righe.

Il sudafricano ha portato a terra anche Mcphee e Suzuki, che non le ha mandate a dire. “Non si fa così, nello sport occorre essere corretti. Binder entra come un matto e spera di non fare danni: non è il modo di correre questo, non siamo qui per ammazzarci, è un matto”.

Chi sorride invece è Albert Arenas, che all’ultima curva (in stile Marquez vs Dovizioso nel 2018) ha regolato Dalla Porta incrociando la traiettoria. “Ho cercato di restare sempre nelle prime piazze, spingendo in alcuni momenti e riposando in altri, la moto era fantastica”.

Secondo come detto Lorenzo Dalla Porta, che ha condotto una gara molto intelligente nelle prime posizioni, tornando come detto a +22 su Canet. “Ho spinto per tutta la gara perché la scia ha un grande ruolo su questa pista. Ho cercato di aprire un piccolo spazio tra me e gli altri senza riuscirci, all’ultima curva sono passato ma ho commesso un piccolo errore, volevo dedicare la vittoria a mia nonna ma va bene così”.

Chiude il podio Alonso Lopez, al primo piazzamento di carriera nei primi tre posti nel mondiale. “Questa è la mia miglior sensazione della mia vita. Dedico questo risultato alla mia famiglia ed al team, che mi ha spronato per cinque anni: il prossimo anno cambierò team ma questa squadra rimarrà sempre la mia famiglia”.

Ai piedi del podio Marcos Ramirez, capace di precede la coppia dello SKY Racing team VR46 Dennis Foggia– Celestino Vietti, autori di una gara positiva. In una gara densa di penalità di vario tipo sorride Stefano Nepa, che chiude ottavo davanti a Fernandez e Tony Arbolino, uno dei protagonisti sfortunati di giornata.

Il milanese infatti è stato condizionato pesantemente da un problema alla mano, che nemmeno l’allentamento in corsa del guanto ha potuto lenire. “Mi si è addormentata la mano durante il 4° giroha raccontato – e potevo frenare solo con il mignolo. Ho dovuto slacciare il guanto, mi era già successo in altre gare ma è un mio errore e mi renderà più forte”. A punti infine anche Riccardo Rossi (13°), mentre Davide Pizzoli ha chiuso 16° davanti a Kevin Zannoni.

LA CRONACA

Allo start scatta al meglio Ramirez seguito da Arenas, Lopez, Celestino, Arbolino, Migno, Suzuki e Mcphee. 8° Dalla Porta al termine del primo giro, 11° Canet davanti a Foggia e Nepa.

Terzo giro. Ramirez comanda davanti ad Arbolino e Lopez. 6° Dalla Porta davanti a Vietti, 10° Migno davanti a Canet, gruppo di testa con circa 18 piloti!

17 giri alla fine. Il gruppo resta molto compatto. A comandare ora è Suzuki seguito da Dalla Porta, Arenas ed Arbolino. 6° Canet, 9° Foggia, 10° Migno davanti a Nepa, 15° Vietti.

Meno 14 giri al termine e colpo di scena!! Binder all’ultima curva stende Canet, Mcphee e Suzuki!! Dalla Porta comanda la gara davanti ad Arbolino, il mondiale cambia faccia! Canet è ripartito, ma la missione pare davvero molto molto difficile!

Undici giri alla fine. Dalla Porta davanti ad Arenas e Ramirez, i primi tre sono leggermente in fuga.  4° Arbolino, 6° Foggia, 9° Migno, 10° Vietti. Colpo di scena nel giro successivo! Arbolino perde tempo per un problema al guanto ed è ora 20°.

Sette giri alla bandiera a scacchi. Dalla Porta guida un gruppo di tre spagnolo, 5° Migno, il gruppo è tornato compatto. 6° Vietti seguito da Foggia, 14° Nepa, 17° Rossi davanti ad Arbolino.

Quattro giri alla fine. Il gruppo ora conta nove piloti tra cui Dalla Porta, Migno, Foggia e Vietti. 12° Nepa che dovrà scontare un long lap penalty, 15° Rossi.

Ultimo giro! Dalla Porta comanda e cerca la fuga con Lopez ed Arenas. Migno entra aggressivo alla uno e stende anche Ogura. Ora i primi tre si giocano la vittoria, 5° Foggia, 7° Vietti. Arenas passa, Dalla Porta risponde all’ultima curva ma va largo, Arenas incrocia e vince! Terzo Lopez davanti a Ramirez, Foggia, Vietti, Toba, Kornfeil, Nepa, Fernandez ed Arbolino. 14° Rossi.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti