Tu sei qui

Moto2, FP2: Pasini fa suo il venerdì di Buriram

Il pilota Italtrans batte Bagnaia e Marquez, Baldassarri e Marini nei primi cinque, Oliveira 8°

Moto2: FP2: Pasini fa suo il venerdì di Buriram


Colori italiani protagonisti della classe Moto2 (anche) a Buriram: sul tracciato del Chang International Circuit abbiamo due piloti azzurri a condurre il plotone della Middle Class che, come la Moto3, vede la pista thailandese per la prima volta nella storia di queste categorie.

Mattia Pasini e la Kalex numero 54 del team Italtrans hanno siglato il crono di 1'36”839, arrivato con una lavoro di fino riguardante la messa a punto della rapportatura del cambio del motore Honda CBR600, uguale per tutti, sfruttato meglio dal pilota romagnolo.

Nel computo del venerdì, Pecco Bagnaia è secondo con la Kalex Sky VR46. Il leader del Mondiale parte con il piede giusto, approfittando del solito ritardo in prova accusato da Miguel Oliveira, ottavo nei conti finali con la sua KTM. Restano da disputare ancora 5 gare e quella di domenica potrebbe già decretare qualche verdetto.

Alex Marquez, ormai fuori dai giochi inerenti al discorso titolo, è terzo, prima di Baldassarri e Marini. Il compagno di squadra di Bagnaia potrebbe aiutare il numero 42 nei prossimi Gran Premi, il catalano Marc VDS, non avendo nulla da perdere, proverà a rialzare la testa dopo diverse delusioni e cadute. 

Brad Binder, vincitore ad Aragon, ha fatto meglio del compagno di box Oliveira, e la coppia KTM - come quella Sky VR46 - è la meglio assortita in pista; nei duelli decisivi il sudafricano, ormai con la Moto2 nelle sue mani, si inserirà sicuramente nella lotta per vittorie e posizioni del podio.

Fabio Quartararo non ha la velocità mostrata nella parte centrale della stagione, il francese è decimo con la Speed Up e certo di passare in MotoGP; Andrea Locatelli ha il quindicesimo tempo dopo Mir - anch’egli prossimo alla Top Class - gli spagnolo Vierge e Navarro ed il britannico Sam Lowes, ora KTM e nel 2019 ancora nel team Gresini.

Simone Corsi è diciassettesimo, il finladese Niki Tuuli aveva già girato a Buriram con la Supersport, ci si aspettava di più dal suo ventunesimo crono; nessuna novità per Stefano Manzi e Federico Fuligni, nelle posizioni lontane da quelle dei punti anche in Thailandia.

 

 

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti