Tu sei qui

Moto3, FP1: Oettl in vetta a Brno, frattura per Martin

Miglior tempo per il tedesco della KTM, il leader del campionato cade e dovrà essere operato: non correrà questo Gran Premio

Moto3: FP1:  Oettl in vetta a Brno, frattura per Martin

Nemmeno due settimane e mezzo di vacanza ed i protagonisti del Motomondiale riaccendono i motori sulla pista di Brno, teatro del Gran Premio della Repubblica Ceca, il decimo stagionale.

Già di buon mattino - alle ore 9 - la temperatura dell’aria registrata era di ben 32 gradi, preannunciando un weekend caratterizzato dal caldo torrido. Il primo turno del weekend, come al solito, è quello di prove libere della Moto3 e, nei 40 minuti disponibili, il più veloce è stato il tedesco Philip Oettl, con il crono di 2'09”104: il figlio di Peter si allena spesso nel saliscendi della Moravia e la sua KTM è stata aggiornata con diverse novità inerenti alla ciclistica, ed un telaio evoluto che anticipa il modello 2019. Una gomma nuova Dunlop ha favorito il crollo dei tempi nel finale.

Stava andando molto forte Jorge Martin, in testa sino a 5 minuti dalla fine del turno; la caduta avvenuta nella veloce Curva 10, nella quale è stato sbalzato dalla sua Honda, ferma lo spagnolo del team Gresini al secondo posto nella lista e lo costringe ad una visita al centro medico, causa una dura botta al polso sull’asfalto di Brno. Una volta esaminato dai medici, per il leader della classifica una brutta notizia: la frattura del radio sinistro costringe Jorge ad un rapido intervento chirurgico nella città di Barcellona e, di conseguenza, alla rinuncia del Gran Premio.

Terzo tempo per lo scozzese John McPhee su KTM, a circa quattro decimi dalla vetta, quarto Aron Canet con la Honda Estrella Galicia.

Il pilota di casa Jakub Kornfeil accusa sette decimi da Oettl, miglior italiano della mattinata è Nicolò Bulega con il sesto tempo ed un gap che supera i sette decimi e mezzo. Anche la KTM Sky VR46 gode del telaio evoluto portato dalla Casa austriaca per tutti i team assistiti.

Dopo il giapponese Toba, Lorenzo Dalla Porta. Andrea Migno, Marco Bezzecchi, Fabio Di Giannantonio ed Enea Bastianini: i giovani azzurri ricoprono posizioni che vanno dall’ottava alla dodicesima con ritardi che salgono dagli otto decimi al secondo e due. Tutti questi nomi sono papabili di risultati da podio per la gara di domenica. Considerando le posizioni in campionato, il forfait di Martin potrebbe favorire Marco Bezzecchi, secondo a 7 punti dal pilota Gresini.

Tony Arbolino compie gli anni con il quattordicesimo crono, precedendo diversi piloti asiatici quali Norrodin, Sasaki, Suzuki, Masaki ed il difficile da scrivere Atiratphuvat, diciannovesimo. Dopo di loro Niccolò Antonelli con la Honda SIC58 al ventesimo posto. Dennis Foggia ha il ventiquattresimo tempo, Stefano Nepa chiude la classifica.

 

 

 

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti