Tu sei qui

Moto3, FP1: Pista umida, Norrodin e la Honda sorprendono tutti

Il pilota malese precede le KTM di  Antonelli, Migno e Rodrigo, 5^ la Mahindra di Bezzecchi, poi Bulega e Dalla Porta

Moto3: FP1: Pista umida, Norrodin e la Honda sorprendono tutti

Inizia sotto il segno del maltempo la tre giorni di Le Mans. Come era previsto nei giorni scorsi, il meteo condiziona l’avvio dell’appuntamento francese con il rischio che la pioggia possa recitare la parte di protagonista fino a domenica.

Nel turno inaugurale della Moto3, disputato su pista umida, Adam Norrodin sorprende tutti, grazie al tempo di 1’51”468. Una prima posizione ottenuta all’ultimo tentativo. Bisogna però segnalare che la prestazione del malese è di circa dieci secondi più lenta nel confronto con la pole siglata lo scorso anno da Antonelli. C’è però un aspetto che al momento sembra essere promosso, ovvero il nuovo asfalto, capace di favorire l’assorbimento dell’acqua e garantire un maggiore grip.

A fine sessione, il pilota del SIC Racing Team precede di soli 40 millesimi proprio Antonelli, arrivati in volata sotto la bandiera a scacchi. Alle spalle dell’alfiere Ajo, un’altra KTM, quella di Andrea Migno a quattro millesimi dal connazionale, poi Rodrigo.

Non mancano le sorprese in questa FP1, una su tutte è la prestazione Marco Bezzecchi. È sua la più veloce delle Mahindra, autore del quinto crono (+0.156), due posizioni più arretrata quella di Lorenzo Dalla Porta (+0.186). Tra i due si inserisce la KTM di Nicolo Bulega.

Ben cinque gli italiani nelle prime dieci posizioni, restano fuori Enea Bastianini e Tony Arbolino, ma anche Joan Mir. Sfortunato invece McPhee, in testa fino a pochi minuti dal termine e poi vittima di una caduta, tanto da costringerlo ad alzare bandiera bianca anzitempo. Soltanto 19° Di Giannantonio, addirittura 23° Fenati, che hanno preferito non prendere rischi.   

Da segnalare il rientro in Moto3 dell'ex iridato 2015 Danny Kent con l'8° tempo. 

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti