CIV, Pirro fa il vuoto in Gara 1 ad Imola

"Dedico questo successo a tutti quelli che pensano abbia vinto sei gare per un vantaggio tecnico"

Share


Vittoria con dedica quella di Michele Pirro. In quel di Imola va in scena il quarto appuntamento stagionale con la rassegna tricolore. Una tappa particolare se si vuole, dati gli eventi dei giorni scorsi quando il Giudice Sportivo ha inflitto al Campione in carica una maxi squalifica per irregolarità tecniche alla sua Ducati, vicenda che di fatto lo ha estromesso dalla corsa alla riconferma. Un successo di classe e rabbia, elementi che si sono uniti nel polso destro per regalargli un'emozione che non viveva così intensamente dalla sua affermazione nel 2011 a Valencia, quando trionfò in Moto2 a pochi giorni dalla scomparsa di Marco Simoncelli.

Una vittoria - con partenza dalla pole - arrivata come nelle precedenti occasioni: per distacco. Sono oltre 10 i secondi (+10.308) che bisogna attendere per vedere transitare sul traguardo il pur bravo Kevin Calia, sulla Aprilia Nuova M2, che ben poco ha potuto fare contro la condizione del pilota di S.Giovanni Rotondo a cui si aggiunge la rabbia per una vicenda che di certo lo ha lasciato con tanto amaro in bocca: "Penso che nelle gare di moto il pilota faccia ancora la differenza e oggi ne è stata la dimostrazione. In questo momento grazie alla mia esperienza, talento e al pacchetto moto/team/gomme, sono senza dubbio il più veloce" le parole di Michele a fine gara. "Gestire oggi dal punto di vista psicologico la gara non è stato semplice, ma questa vittoria mi ha dato la stessa emozione di quando vinsi a Valencia in onore di Marco Simoncelli. Dedico questo successo a tutte le persone che pensano che ho vinto le precedenti sei gare per un vantaggio tecnico."

La  gara ha visto il podio completato da Fabio Massei che sopravanza l'altra Ducati Barni, quella di Ivan Goi, quarto.

In classifica di campionato Matteo Baiocco oggi quinto mantiene la vetta della classifica con 98 punti, mentre al secondo posto si piazza Kevin Calia a quota 86 che approfitta dell’uscita di scena in gara di Matteo Ferrari, fermo a 81.

In Moto3 pole, vittoria e giro veloce per Tony Arbolino con leader di classifica Mattia Casadei, secondo al traguardo, che ha avuto la meglio dopo una bella battaglia con Kevin Zannoni. Quarto è Manuel Pagliani, seguito da Edoardo Sintoni.

La SS ha visto la vittoria  di Kevin Manfredi che trionfa dopo una bella lotta contro Roccoli, Bussolotti e Canducci. La seconda posizione è andata alla MV Agusta di Roccoli, con Bussolotti terzo e Canducci giù dal podio. Vittorie per Matteo Ripamonti e Leandro Taccini in PreMoto3, rispettivamente nella 125 2T e 250 4T. Sport 4T a Luigi Montella.

Share

Articoli che potrebbero interessarti