Patenti e revisioni: l'UE "allunga" le scadenze causa Covid-19

Proroga di 10 mesi se scaduti o in scadenza tra il 1 settembre 2020 ed il 30 giugno 2021. Ecco come l'Unione Europea viene in soccorso degli utenti della strada

Share


Pochi giorni fa l'Unione Europea è intervenuta in tema scadenze e proroghe dei documenti per la circolazione, quali patenti e revisioni. Con il regolamento 2021/267, infatti, è stata fissata una nuova proroga. Un provvedimento che si è reso necessario a causa dell'Emergenza Sanitaria che pare non voglia rallentare, soprattutto nel Vecchio Continente. Rinnovare permessi e licenze, come patenti e documenti inerenti alla circolazione, si fa sempre più difficile. Da qui la conseguenza del nuovo regolamento.

Ministero dei Trasporti, vi stiamo aspettando

In quando l'Italia stato membro dell'Unione Europea, dovrà seguire quanto stabilito dall'organo di maggiore importanza. Non c'è ancora una circolare del Ministero dei Trasporti, ma è questione di giorni, se non di ore. Se avrete dei documenti in scadenza tra il 1° settembre 2020 ed il 30 giugno 2021, godrete di una ulteriore proroga di 10 mesi, rispetto alla data di scadenza indicata. Parliamo dunque dei seguenti documenti: patenti, carte di qualificazione del conducente, revisioni dei veicoli, carte tachigrafiche e autorizzazioni per l’autotrasporto. Facciamo attenzione se però ricadiamo nel settore delle patenti o delle Carte di qualificazione che hanno già sfruttato il precedente rinvio (Regolamento UE 2020/698) del 25 maggio 2020. In questo caso non potrete andare oltre il 1° luglio 2021, con un rinvio stimato in sei mesi.

Articoli che potrebbero interessarti