SBK, Rinaldi: “A Misano condizioni insidiose, ma ho provato qualcosa di nuovo”

Nonostante una caduta nel pomeriggio, Michael e Scott Redding hanno provato alcune novità come software, sospensioni e frizione

Share


Primo giorno di scuola del nuovo anno per Ducati a Misano. Nonostante la nebbia del mattino, al pomeriggio le condizioni meteo sono migliorate, tanto da consentire a Scott Redding e Michael Rinaldi di compiere diversi giri con la Panigale V4.

I due piloti hanno lavorato intensamente, ponendo particolare attenzione a testare nuove soluzioni relative a software, sospensioni e frizione. Il pilota inglese ha concluso 70 giri mentre il pilota italiano, malgrado una caduta senza particolari conseguenze nella prima parte della sessione, ha portato a termine 52 giri.

Sono molto contento di essere riuscito a girare anche se le condizioni del circuito erano abbastanza insidiose – ha dichiarato il romagnolo - abbiamo avuto comunque l’occasione di provare nuove soluzioni. Il risultato è stato positivo anche se è chiaro che non è stato possibile spingere al limite. Non vedo l’ora di poter tornare a lavorare con la squadra”.

A fargli eco è il compagno di squadra: “E’ stato il primo giorno con la moto ufficiale nella stagione 2021 e per questo sono molto contento – ha detto Redding - purtroppo non abbiamo potuto lavorare per tutto il giorno a causa della nebbia ed onestamente le condizioni non erano ideali nel pomeriggio. Ma è stato molto importante per il team tornare a lavorare tutti insieme”

Articoli che potrebbero interessarti