SBK, Assen riapre le porte, e Van Der Mark ne approfitta

TUTTE LE FOTO - L'olandese ha potuto saggiare il nuovo asfalto: "Una sensazione bellissima. Le regole per poter riprendere sono chiare, e vanno seguite"

Share


Per la gioia di addetti ai lavori e tifosi continua a crescere la lista dei piloti che stanno lentamente tornando in sella. Ieri è stata la volta di Michael Van Der Mark, che a differenza di altri colleghi ha potuto già saggiare nuovamente l’asfalto di una pista del proprio campionato: l’olandese infatti è sceso in pista ad Assen, insieme tra gli altri a Van Sikkelerus, Van Straalen (entrambi impegnati in Supersport), Scott Deroue (impegnato nella Supersport300) e Bo Bendsneyder.

Van Der Mark ha percorso 65 giri – come riporta il portale worldsbk.com - in sella ad una R1M equipaggiata con gomme slick da gara, ed ha potuto saggiare il nuovo asfalto dello storico tracciato olandese, realizzato durante l’inverno.

“È fantastico tornare in moto. È una delle sensazioni più belle che ci siano al mondo - ha commentato Michael - ed è passato davvero del tempo da quando eravamo in Australia. Oggi si trattava di tornare alla velocità, la federazione motociclistica olandese ha organizzato un’ottima giornata in pista. Assen è una delle mie piste preferite ed è stata completamente riasfaltata: l’asfalto è così liscio che quando torneremo a correre faremo dei gran tempi”.

Ovviamente la sicurezza non è passata in secondo piano, come lo stesso pilota Yamaha tende a sottolineare.

“Penso che ora ognuno debba rispettare queste regole, si tratta di uno stile diverso per tutti. Bisogna mantenere le distanze: questo è l’unico modo per tornare a correre e Assen ha fatto un lavoro fantastico, è stato tutto molto chiaro. Rispettare le regole è l’unica via per ripartire”.

Photocredits: WorldSBK

Share

Articoli che potrebbero interessarti