Tu sei qui

MotoGP, Casey Stoner in Ducati per Natale

Collauderà la nuova GP-X già a gennaio, a Sepang, prima di Dovizioso e Iannone

Stoner arriverà presto in Italia. Non c'è ancora una data precisa, ma è possibile che arrivi anche prima di Natale. In Ducati lo aspettano, e non solo per definire gli ultimi dettagli del contratto che lo vedrà uomo immagine e collaudatore della casa italiana, ma anche per prendergli le misure in vista del suo primo test.

Fra pochi giorni infatti inizierà l'assemblaggio della nuova Desmosedici GP-X e Gigi Dall'Igna vuole essere certo che l'australiano si trovi immediatamente a suo agio con la quattro cilindri di Borgo Panigale.

Perlomeno per quanto riguarda la posizione di guida.

Lunghezza della sella, delle pedane, del manubrio, lunghezza del serbatoio, sotto tutti dettagli ai quali Stoner teneva moltissimo per sfruttare sino in fondo la sua guida acrobatica. Non a caso infatti Casey fu uno dei primi ad utilizzare proprio sui fianchi del serbatoio degli adesivi gommati, tipo pluriball, utilizzati successivamente anche in Honda e poi da Marc Marquez.

"Stiamo definendo gli ultimi dettagli con Casey, ma non c'è ancora una data precisa - ha confermato Davide Tardozzi - ma sicuramente il primo test Stoner lo farà in Malesia, prima di quello degli ufficiali".

Parliamo dunque di fine gennaio visto che il primo test collettivo dopo lo stop invernale ci sarà dal 1° al 3 febbraio.

"Probabilmente proverà assieme a Michele Pirro - prosegue Tardozzi - sarà una prima presa di contatto. Non vogliamo forzarlo, ma se spingerà al limite come sa fare i suoi riscontri saranno molto importanti. Stiamo programmando alcuni test con lui giusto per iniziare a capire e per fargli riprendere confidenza".

Non si parla, per il momento, ovviamente di wildcard. Questo sarà un argomento da affrontare in seguito.

C'è, comunque, eccitazione in casa Ducati per il ritorno del figliol prodigo.

"Come ho detto non abbiamo ancora una data precisa, dipenderà da come vorrà organizzarsi. Stoner ha ancora una casa in Svizzera, la piccola Ally addirittura ha il doppio passaporto, magari Casey vuole farsi una vacanza in montagna, visto che gli piace molto sciare".

Tardozzi non rivela alcun dettaglio su come sarà la GP-X - chiamiamola così in attesa del nome ufficiale - ma ci conferma che in MSMA si sta iniziando a pensare di aggiungere un capitolo nel regolamento al settore "aerodinamica".

"Sì, noi ci abbiamo lavorato molto, e non solo noi, anche la Yamaha ed un'altra casa ed è giunto il momento di regolamentare gli spoiler. Per il momento esiste solo una norma: non devono eccedere in larghezza il massimo profilo della carena. Nessuno ha parlato di proibirli, entrare però maggiormente nel dettaglio è auspicabile".

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti