Tu sei qui

Moto2, Sachsenring: Pole di Zarco, Morbidelli show, terzo

L'alfiere Italtrans ottiene la prima fila, quinto tempo per Simone Corsi, seguito da Rabat

È il sabato di Franco Morbidelli quello del Saschsenring. In occasione dell’ultimo turno di libere il pilota Italtrans aveva messo tutti in riga, siglando il miglior riferimento. Nelle qualifiche il sogno di un’inedita pole è sfumato davvero per poco. Il terzo posto in griglia a poco più di due decimi da Johann Zarco è un messaggio chiaro, per quelle che sono le aspettative del laziale in vista della gara. Il Sachsenring gli piace e il sabato tutto in rimonta ne è la dimostrazione: “E’ tutto molto strano – spiega un emozionato Morbidelli – abbiamo fatto alcune modifiche e i risultati si sono subito visti. Speravo nella pole – ha concluso – però mi è mancato qualche decimo come nella mattinata. Domani dovremo essere precisi e non commettere alcun errore al via.”

 

La migliore prestazione però è di Johann Zarco. Ancora una volta il leader della classifica iridata ha fatto la voce grossa, mettendo tutti alle spalle. Tempo da record per il francese, che blocca il crono sull’1’24”044, per quella che è la terza pole consecutiva dopo Spagna e Olanda. Il portacolori del team Ajo è quindi pronto a mettere la propria firma anche in  terra tedesca, con l’obiettivo di dare uno strappo al vertice. Tra il francese e l’italiano si inserisce Xavier Simeon, staccato di soli 89 millesimi dalla vetta.

 

Se Zarco vola sull’asfalto del Sachsenring, dall’altra parte Rabat è costretto a limitare i danni. Lo spagnolo, reduce dall’infortunio alla clavicola, chiude la seconda fila con il sesto tempo, a quasi mezzo secondo dalla vetta. Turno in salita per l’alfiere Marc VDS, il quale lascia preziosi secondi nell’ultimo settore. È andata sicuramente meglio a Simone Corsi, che lo precede in quinta piazza per soli 58 millesimi, mentre quarto crono per lo svizzero Luthi (+0.359).

Finalmente ritroviamo due italiani nelle prime cinque posizioni. Non era mai successo in questa prima parte di campionato. Morbidelli e Corsi sono quindi l’immagine di un sabato che sorride ai colori italiani, nonostante il sedicesimo tempo ottenuto da Lorenzo Baldassarri (+0.877). Ieri sono state le gomme a fermare il portacolori Forward, questa volta il giovane della VR46 Academy ha perso alcuni decimi nel tratto centrale. Ancora una volta la sessione è stata combattuta, con ben venti piloti racchiusi in un solo secondo.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti