Tu sei qui

MotoGP, Marquez: niente di grave, non mi scoraggio!

"Le cose non vanno sempre bene. Vi garantisco che arriverò ad Assen ancora più motivato"

Marquez: niente di grave, non mi scoraggio!

E' indubbio che Marc Marquez non stia attraversando un buon momento. Dal GP di Misano 2014 ad oggi è caduto ben 6 volte su 13 gare. Quasi una ogni due. Del resto lo spagnolo non è mai stato un pilota prudente: è caduto 15 volte nel 2013, l'anno del suo primo titolo e 11 volte nel 2014. Quest'anno sono 5 le scivolate, tre delle quali gli sono costate zero punti.

Magic Marc comunque non si scoraggia, perlomeno a leggere quanto ha scritto nel suo blog.

E' un peccato che alla fine non siamo riusciti ad ottenere un buon risultato, ma le cose non vanno sempre come si desidera.

Come ho detto, è un peccato perché abbiamo lavorato molto bene durante tutto il fine settimana, e soprattutto molto duramente. E’ stato forse il GP dove i ragazzi hanno iniziato a lavorare più presto e hanno finito più tardi. Sono grato per la voglia e l'impegno che hanno messo in questa gara.

Eravamo arrivati al Montmeló con grandi aspettative: il mio fan club si è mosso in forze ed è venuto a trovarmi anche il vincitore  del concorso che avevamo organizzato per disegnare il mio casco ...

Però non è niente di grave! Vi garantisco che questo ci dà ancora più voglia e motivazione per il prossimo GP e per dare il meglio di noi stessi.

Riguardo la caduta posso solo ripetere quello che ho già detto domenica:  ero così vicino a Jorge che non ho potuto derapare come nei giri precedenti ma ho dovuto alzare la moto e andare lungo. Quando sono finito nella ghiaia e ho visto che andavo contro il muro ho dovuto mollare la moto, non ho potuto fare niente.

Ma non ci scoraggiamo. La prossima gara è Assen, una pista molto difficile, ma che mi piace, e li può succedere di tutto: la pioggia, flag to flag ... tutto! E poi è sempre bello correrci, è un circuito che ha una grandissima tradizione.

Avete visto che gara ha fatto mio fratello. E’ partito male ed era molto indietro, ma ha fatto una rimonta fantastica e si portato a casa buoni punti. Sono sicuro che gli è servito per imparare e andrà più forte in Olanda.

Una cosa che non dimenticherò di questo fine settimana è di aver potuto mostrare la mia moto ad Andres Iniesta. E’ rimasto senza parole di fronte ai pulsanti e alle funzioni di controllo che ha! Si è reso conto che sono moto molto complesse, e che non si tratta solo di aprire il gas e cambiare marcia. E' stato un onore conoscerlo.

Ho incontrato anche Pau Gasol, un altro atleta che ammiro molto. E’ venuto a trovarmi nel camion e quindi abbiamo potuto fare una lunga chiacchierata. Che privilegio! Quello che Pau sta facendo nella NBA è storico. E’ stato fantastico incontrarli entrambi.

Ieri abbiamo completato il fine settimana di Montmelo con una giornata di test, beh, per quello che ci ha permesso la pioggia. Ma quello che abbiamo potuto fare è stato produttivo. Dobbiamo continuare a lavorare duramente per continuare a migliorare nei punti dove possiamo.

Prima di salutarci, segnatevi una data importante per questa settimana: venerdì saremo a La Coruña! Se siete di lì o vicino, non perdete l'occasione di passare per il Palacio de los Deportes de Riazor, Pavilion 19. Saremo lì con Dani e i nostri compagni del Repsol Honda Team Trial: Toni, Jaime e Fuji. Non perdetevelo!


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti