Tu sei qui

Moto3, Jerez: nebbia protagonista, Bagnaia 2°

I TEMPI ALLE 13.40. Oliveira il migliore nella Moto3, nella Moto2 Luthi primo

Terza ed ultima giornata di test a Jerez de la Frontera per Moto2 e Moto3. Dopo il sole di mercoledì, stamane la vera protagonista è stata la nebbia, che ha avvolto il tracciato spagnolo rendendo scarsa la visibilità. Scelta quindi obbligata l’esposizione della bandiera rossa e prove ferme per quasi un’ora mezza. Nonostante la bandiera verde delle 11.30, i piloti hanno voluto attendere ancora un’ora prima di scendere in pista, con Antonelli e Lowes ad aprire le danze. A venti minuti dal termine nuova bandiera rossa, questa volta per un incidente tra Pecco Bagnaia e Maverick Vinales, senza conseguenze per i piloti.

MOTO 3 OLIVEIRA IN TESTA – Poco più di 20 piloti sul tracciato nella classe 250, con la Mahindra di Oliveira che strappa il miglior tempo a venti secondi dal termine. Il portoghese ferma il crono a 1’46”909, ottenendo la prima posizione davanti a Pecco Bagnaia (+0.372). Jack Miller preferisce non scendere in pista e allora ci pensano le KTM di Granado (+0.730) e Kornfeil (+0.758) a mettersi alle spalle del piemontese. Fenati con la KTM del Team Sky VR46 è nono (+1”458), mentre Niccolò Antonelli (+1”743) è dodicesimo, precedendo il compagno Enea Bastianini (+1”932) e Alex Marquez (2”106). Tonucci non è sceso in pista, così come i piloti del Team Italia Ferrari e Locatelli.

MOTO 2 SORPRESA CORSI – I riflettori sono ormai puntati su di loro: Tito Rabat e Thomas Luthi. Il pilota svizzero riparte dal primo posto, fermando il cronometro sul tempo di 1’42”639, in linea con l’ultima sessione di ieri. Alle sue spalle la Kalex dello spagnolo, distante poco più di due decimi e mezzo. Sorprende sempre più Sam Lowes autore del terzo tempo (+0.302), che sul tracciato di Jerez sembra aver preso il giusto feeling con la Speed Up, così come Simone Corsi (+0.406), velocissimo nel conquistare la quarta posizione in classifica. Sempre a contatto con i primi della classe Kallio (+0.679) e Zarco (+0.728), rispettivamente quinti e sesti, davanti a Folger e Nakagami. In rimonta Luis Salom (+0.859) che strappa un posto nella top ten. Alle spalle del pilota spagnolo inseguono il sanmarinese Alex De Angelis (+0.866) e un ottimo Lorenzo Baldassarri (+0.876). Solo quindicesimo Terol, mentre sedicesimo Vinales, davanti a Mattia Pasini. Ventesimo Morbidelli.

I TEMPI


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti