web counter
Sabato 01 Novembre 2014
Italian English

QAT

AME

ARG

SPA

FRA
ITA

CAT

NED

GER
INP

CZE

GBR

RSM

ARA

JPN

AUS

MAL

VAL

AUS

ARA

NED

ITA

GBR

MAL
ITA

POR

USA

SPA

FRA

QAT

Stampa

MotoGP, Yamaha va 'forward' con Espargaro

Martedì 20 Agosto 2013 08:43 di Ernesto Emmi - MotoGP

Pol e Aleix Espargarò - GPOne.comIl mercato piloti della MotoGP è a posto per quanto riguarda i pezzi da novanta, ma tutt'altro che sistemato definitivamente. In cerca di una moto competitiva sono ancora due americani, Nicky Hayden e Colin Edwards, lo spagnolo Aleix Espargaro, che vorrebbe lasciare il team Aspar anche se ha un contratto valido sino a fine 2014, più una serie di buoni piloti come Claudio Corti e Danilo Petrucci. Per non parlare del fatto che vorrebbero approdare alla MotoGP anche Jonathan Rea, dalla Superbike e Alex De Angelis, di ritorno dalla Moto2.

Conoscendolo Giovanni Cuzari, boss del team Forward, li accoglierebbe tutti, visto che il recente accordo con la Yamaha ne fa attualmente il team più appetito del paddock, ma non può. Lui ha spazio solo per due piloti in MotoGP - la Moto2 è un'altra storia - e prima o poi, più prima che poi, dovrà fare delle scelte.

Del resto tutti la vogliono la M1 e quella di Cuzari sarà il modello 2013 in tutto e per tutto, serbatoio escluso, ovviamente, visto che il team Forward gareggerà con quella da 24 litri ed elettronica Marelli.

Al momento è difficile dire chi fra i tanti sia in pole position.

La Yamaha del team Forward nel rendering di GPOne.com - GPOne.comEdwards sembra avere radici solide nel team e potrebbe avere solidi appoggi dalla Yamaha-Usa. Corti, nonostante abbia un contratto, è meno sicuro. L'opzione è nelle mani del team. Con Colin dentro, Hayden sembra avere meno possibilità, a meno che si voglia fare un 'dream team' made in USA.

Rea, invece, pare sia stato rispedito al mittente, mentre De Angelis, che è, si può dire, già di casa visto che è attualmente inserito nel team in Moto2, ha più di qualche possibilità. A Cuzari però piace molto Aleix Espargarò e visto che il fratello, Pol, correrà nel team tech 3, si può dire che goda di alcuni vantaggi.

Certo, ci si aspetterebbe da una squadra italiana che guardasse nei confini del nostro paese, visto che non lo fanno, attualmente, né il team LCR di Lucio Cecchinello (ha Bradl e potrebbe avere Hayden con la Honda PR se qualcuno ne pagherà il costo), né tantomeno Fausto Gresini (si terrà Bautista e prenderà Scott Redding).

Poco male, magari Danilo Petrucci e Claudio Corti troveranno ospitalità altrove, magari, almeno uno dei due, proprio da Aspar, se si libererà il posto di Aleix Espargarò. Del resto la squadra spagnola corre con le Art-Aprilia, il suo tecnico è Mauro Noccioli e il team manager Borsoi!