Tu sei qui

SBK, Bulega incontenibile a Jerez: fa meglio di Bradl chiude a un soffio dal record

Nicolò mette tutti in riga al mercoledì precedendo addirittura la Honda MotoGP. Terzo Lowes seguito dalle BMW di Toprak e van der Mark. 6° Gardner poi Rea e Iannone. 10° Petrucci seguito da Bautista e Locatelli, 15° Bassani

Iscriviti al nostro canale YouTube

Nel segno di Nicolò Bulega, proprio così. Grazie al crono di 1’38”292 con gomma nuova, il portacolori Aruba cattura tutti i riflettori della scena, arrivando a soli 50 millesimi dal record della pista a Jerez. Il campione della SuperSport mette quindi in riga la concorrenza, a partire dalla Honda MotoGP di Stefan Bradl, distante un secondo dal pilota di Montecchio Emilia.

In terza posizione compare invece la Kawasaki di Lowes incalzata a sua volta dalle BMW di Toprak e van der Mark. Non male vedere le due M 1000 RR nei piani alti della classe a tal punto da avere la meglio sulle Yamaha di Gardner e Rea.

Il Cannibale occupa la settima posizione seguito dalla Ducati di Andrea Iannone poi Gerloff e Danilo Petrucci a chiudere la top ten. Fuori dai dieci Bautista e Locatelli così come Bassani, soltanto 15° con la Kawasaki.

17:20 Bulega spinge sul gas: 1'38"292. Super prestazione del portacolori Aruba, che si porta a soli 50 millesimi dal record della pista. 

17:00 Ultima ora di test del mercoledì per la Superbike a Jerez. Ecco la classifica con Bulega sempre al comando seguito dalla Honda di Bradl poi Alex Lowes con la Kawasaki in terza posizione.

Sulla Ducati di Bulega spicca un nuovo sistema d'aerazione. QUI la descrizione della nuova componente tecnica. 

16:00 Attualmente Bautista è undicesimo a 654 millesimi da Bulega. Alvaro sta lavorando sul bilanciamento della Ducati al fine di trovare il miglior compromesso con la zavorra. Nessuna gomma nuova solo prove su prove per capire come muovere i pesi sulla sua Panigale. 

15:37 Al comando c'è sempre Bulega mentre Alex Lowes sigla il terzo tempo della giornata a 281 millesimi dalla Ducati di Bulega. Passo avanti importante per il pilota inglese di casa Kawasaki.

15:30 Mancano 2 ore e mezza al termine dei test Superbike a Jerez di questo mercoledì. Al comando c'è sempre Bulega mentre Petrucci entra in top ten, chi esce è Alvaro Bautista. La classifica è corta, perché in un secondo ci sono ben tredici piloti.

Al momento ci sono dei problemi con il live timing. Pare ci sia un problema legato al sistema di cronometraggio. 

14:46 Bulega resiste sempre al comando mentre Gerloff porta la BMW in ottava posizione davanti alla M 1000 RR di van der Mark. 

14:35 Al momento la classifica è davvero corta perché in un secondo troviamo ben 12 piloti. Petrucci e Bassani sono per ora fuori dalla top ten. 

14:30 Riprende ora l'azione in pista dopo un po' di pausa. Bradl si porta a due soli decimi in classifica dalla Ducati di Bulega mentre Toprak diventa terzo seguito da Gardner, Rea e Iannone. Il team GRT fa sapere che a causa di un'infezione virale, Dominique Aegerter non scenderà in pista quest'oggi. 

13.30 Quando sono trascorse tre ore dall'inizio, questa è la classifica provvisoria con Bulega e la Ducati davanti a tutti in 1'39"193 seguito a 434 millesimi dalla BMW di Toprak poi la prima delle Yamaha, ovvero quella di Gardner seguito da Rea, Iannone e Lowes. Soltanto nono Bautista che accusa ben sei decimi dal proprio compagno di squadra. 

Non è sceso in pista causa motivi di salute Dominique Aegerter, il quale dovrebbe rinunciare a tutta la giornata odierna. 

13.27 Zampata di Bulega con il tempo di 1'39"193. Il ducatista precede Toprak e Gardner. Quarto Rea, poi Iannone. Per quanto riguarda gli altri italiani segnaliamo il decimo posto di Locatelli, il tredicesimo di Bassani e il quattordicesimo di Petrucci.

13.23 Interessante notare come a dispetto di un avvio senza stress Alvaro si stia affermando un martello in termini di tornate effettuate. E' lui infatti il più attivo del gruppo, tanto da essere l'unico ad aver toccato quota 40.

13.22 Intanto Guintoli nelle vesti di tester BMW occupa la ventesima piazza. Per lui 21 giri effettuati finora.

13.20 Bulega si prepara al rientro in pista

13.15 Ancora in test Toprak, sempre davanti a Gardern e Rea. Quarto Iannone, poi Lowes e Bradl.

12.51 Con 23 giri finora all'attivo Iannone è quarto. Petrucci a quota 16 è tredicesimo.

12.41 Toprak riprende il comando e ora ha 52 millesimi di vantaggio su Garnder e 55 su Rea.

12.22 Toprak è ora quinto. Bautista ancora settimo davanti a Iannone.

12.12 Gardner sempre al comando davanti a Rea e Bradl. Toprak è scivolato al quarto posto.

12.02 Clamoroso sorpasso di Gardner su Toprak grazie ad un 1'39"679. Adesso il gap tra di loro è superiore al decimo. 

11.58 Con 15 giri all'attivo Bautista occupa la settima posizione a panino tra Bulega e Locatelli.

11.53 Garrett Gerloff su BMW supera Rea. Il suo distacco da Toprak è di appena 48 millesimi.

11.45 Nonostante Rea abbia provato ad insidiarlo Razgatlioglu continua a dettare il passo. La sensazione è che il feeling con la BMW ci sia già per il turco. 

11.41 La Rossa di Bulega è in attesa in garage. Il campione Supersport è attualmente quarto

11.39 Toprak rientra in pit lane

11.35 Quando è trascorsa un'ora dall'inizio della sessione, ecco la classifica provvisoria che vede Razgatlioglu sempre in testa.

11.29 Per Guintoli debutto al box come collaudatore della BMW.

 

11.20 Inizio tranquillo per il campione in carica Bautista che per adesso sta seguendo un programma differente rispetto alla caccia al tempo. Per adesso il suo miglior crono è di 1'50"409. 1'49"667 invece, per Petrucci, come il collega di marca nelle parti basse della classifica provvisoria. 

11.17 Per adesso nessun cambiamento nella top 3. Al contrario la Yamaha di Locatelli scalza la Ducati di Iannone dalla quinta piazza. 

11.12 Rea si avvicina pericolosamente al leader. Il distacco da Toprak è di appena 74 millesimi.

11.10 Finora nessun problema per Andrea Iannone rientrato nelle corse dopo la lunga squalifica. Per lui e la sua V4R quinto tempo provvisorio.

11:05 In vetta abbiamo ancora la BMW  Razgatlioglu.Seguono nello spazio di quattro decimi le R1 di Gardner e Rea.

10:35 La sessione è iniziata da 5 minuti e Toprak si porta al comando in 1'39"873 seguito da van der Mark. Ancora al box Bautista. Terzo Gardner poi Oettl. 

10:25 Rimanendo sempre in tema di Ducati, qua a Jerez torna sulla Panigale anche Andrea Iannone, alla seconda uscita con la Rossa di Go Eleven. 

10:20 In pit lane viene portata anche la Ducati di Sam Lowes, pronto a una nuova sfida in Superbike con i colori di Marc VDS.

10:15 In pit lane anche la Kawasaki di Axel Bassani, chiamato a una nuova sfida con la casa giapponese dove raccoglie il testimone di Rea. 

10:07 Si aprono anche le serrande del box Yamaha con la R1 numero 65 di Rea in versione test invernale. 

10:00 Tra mezz'ora inizierà la sessione. Ecco la Ducati con livrea winter di Danilo Petrucci.

C’è il sole ad attendere i piloti della Superbike in questa prima giornata di test a Jerez. Un mercoledì che si preannuncia caldo con temperature oltre i 20 gradi per la prima uscita del nuovo anno. Ovviamente l’attesa è tutta per il confronto a tre Bautista-Rea-Toprak: Alvaro ha la Ducati zavorrata mentre Johnny e il turco vanno a caccia di rivincita con Yamaha e BMW.

In azione anche Axel Bassani con la Kawasaki e Lecuona con Honda assieme al suo compagno Virge. Vietato poi scordarsi di Petrucci e Iannone con la Panigale V4. Domani scenderà invece in pista Michael Rinaldi con la Rossa di Motocorsa.

Tra i piloti in pista anche il test team BMW con Smith e Guintoli.

 

 

Articoli che potrebbero interessarti