Tu sei qui

Black Flag Motorsport e Kawasaki insieme nel CIV SBK 2022

Tramite il supporto di Kawasaki Italia, la prossima stagione il Team Black Flag Motorsport esordirà nel CIV Superbike, usufruendo della Ninja ZX-10RR per tentare la scalata al titolo tricolore

SBK: Black Flag Motorsport e Kawasaki insieme nel CIV SBK 2022

Share


Da anni a stretta collaborazione con la Casa di Akashi, la prossima stagione il Team Black Flag Motorsport amplierà i propri programmi lavorativi, esordendo in veste ufficiale nel CIV Superbike attraverso il supporto della filiale italiana di Kawasaki Motor Europe. Recentemente impegnata nel National Trophy e nella classe SuperSport 600 del Campionato Italiano Velocità, oltretutto con ottimi risultati (vedi Stefano Valtulini nel quadriennio 2017-2020), la formazione di Parma utilizzerà la Ninja ZX-10RR di ultima generazione, arma perfetta per puntare senza mezzi termini al titolo tricolore, affiancando così il già annunciato Prodina Ircos Racing Team. Due progetti inediti, in rampa di lancio, con propositi alquanto ambiziosi e che garantiranno nuova linfa all'intero movimento.

“I consistenti allori conquistati nel World SBK rappresentano un eccellente bottino, però il valore dei campionati nazionali non va sottovalutato. Per questo motivo Kawasaki ha deciso di riportare la personale presenza nella top class del CIV - ha dichiarato Giovanni Poli, direttore tecnico di Kawasaki Italia - la sede italiana di Kawasaki Motors Europe collabora attualmente con il Team Black Flag Motorsport nel CIV SS600, i risultati raggiunti hanno consolidato un positivo affiatamento e una stima reciproca. Il 2022 sarà l’inizio di una nuova avventura, ancora più stimolante e impegnativa, renderà il futuro Campionato Italiano Velocità assai interessante per tutti gli appassionati del marchio di Akashi".

Un piccolo sogno che diventa realtà per il Team Black Flag Motorsport che, nelle voci di Andrea Tanzi e Mathia Beatrizzotti, espone il racconto della nascita del piano di lavoro: “Erano diversi mesi che parlavamo con Kawasaki Italia e nello specifico con le figure di Cristiano Manchiero e Giovanni Poli. Sembrava iniziato tutto per gioco, tuttavia, gli incontri si sono intensificati e abbiamo trovato il modo di far diventare realtà il nostro sogno. Siamo molto entusiasti, non vediamo l’ora di partire. Con Kawasaki abbiamo da sempre un buon rapporto e ne siamo molto orgogliosi".

Articoli che potrebbero interessarti