SBK, Marco Melandri convoca una conferenza stampa: annuncerà il ritiro

Il pilota vuole parlare del proprio futuro e dopo i difficili anni in Ducati e Yamaha in SBK, potrebbe dire basta a fine anno

Share


Marco Melandri vuole parlare del proprio futuro e lo farà domani a Milano, in una conferenza stampa organizzata all'indomani del round di Donington, durante il quale il pilota ha vissuto uno dei peggiori weekend di gara della stagione SBK in sella alla Yamaha R1 del Team GRT. Il ravennate quest'anno ha raccolto tre podi, di cui uno nella sua amatissima Phillip Island, il tracciato che meglio interpreta da sempre. Ma il bilancio del 2019 è senza dubbio lontano da quelle che erano le sue aspettative.

In realtà il periodo negativo di Marco è iniziato ben prima del 2019, perché da quando è rientrato nel giro della SBK ad inizio 2017, l'italiano ha raccolto alcune vittorie e podi che hanno reso ancora più prezioso il suo palmares, ma ha anche vissuto momenti difficilissimi prima in sella alla Ducati Panigale V2 ed in seguito sulla Yamaha R1 con cui sta disputando questa stagione.

Melandri ha anche subito la cocente delusione di vedersi escluso da Ducati per la stagione di debutto della V4, la moto che ha dominato la prima parte della stagione con Alvaro Bautista. Un ulteriore boccone amaro da mandare giù che questo inizio stagione così negativo in Yamaha non è riuscito ad addolcire. Marco aveva infatti un magnifico ricordo della sua stagione di esordio tra le derivate di serie con la R1, nell'ormai lontano 2011. Sfiorò il mondiale all'esordio in sella alla Yamaha e forse sperava di ritrovare quelle sensazioni positive una volta tornato sulla 4 cilindri di Iwata. 

Le cose non sono però andate così, e probabilmente Marco si è stancato di lottare per posizioni che sono poco consone a quello che è il suo passato di successi. Non abbiamo la certezza che domani Melandri voglia realmente annunciare il proprio ritiro, ma la tempistica e la premessa a questa conferenza portano a pensare che sia proprio questa la decisione sul proprio futuro di cui domani Marco parlerà.

Share

Articoli che potrebbero interessarti