Tu sei qui

Moto3, Martin subito in vetta nelle FP1 del Sachsenring

Miglior tempo dello spagnolo con la Honda Gresini, che batte le KTM di McPhee ed Oettl. 4° Bastianini, 8° Bezzecchi 

Moto3: Martin subito in vetta nelle FP1 del Sachsenring

Il weekend tedesco del Sachsenring si apre con una calda mattinata di sole ed i piloti della Moto3 in pista con le gomme Dunlop morbide, utilizzabili grazie alle alte temperature di aria ed asfalto registrate nelle prime ore del mattino.

I tre chilometri e settecento metri del toboga della Sassonia sono caratterizzati da importanti variazioni altimetriche, 10 curve a destra e tre a sinistra; le velocità medie sul giro sono basse, ed è importante tenere la linea giusta nel tratto in discesa sinistrorso e fare attenzione alla temibile destrorsa Waterfall, da affrontare “in apnea” con la spalla destra degli pneumatici nel frattempo raffreddata.

Consapevole di queste insidie, Jorge Martin sigla il miglior tempo della FP1 in 1'27”272, sfruttando la propria abilità nel giro secco, portando al limite la Honda NS 250RW del team Gresini, quasi sempre in pole quest’anno.

Secondo tempo centrato nel finale di sessione dallo scozzese McPhee, sulla prima KTM nella lista. La casa austriaca ha lavorato sul telaio per ovviare i problemi in ingresso curva palesati nei Gran Premi precedenti e John conferma i passi avanti compiuti.

Terzo crono per Philipp Oettl sempre su KTM davanti al pubblico amico, con un gap dallo spagnolo in vetta di 251 millesimi. Il tedesco conosce i segreti del tracciato ed è uno dei candidati alla vittoria della gara domenicale.

Enea Bastianini è quarto con la Honda Leopard, evoluta nella gestione elettronica e migliorata nel consumo delle gomme. Il romagnolo arriva dal podio di Assen con la voglia di vincere in Germania.

Raul Fernandez sostituisce l’infortunato titolare Darryn Binder con un quinto crono promettente sulla KTM Ajo, meglio di Ramirez ed Aron Canet, vincitore qui nel 2017.

Ottava posizione nella lista per Marco Bezzecchi, che vuole riscattarsi dopo lo zero rimediato in Olanda, seguono l’argentino Rodrigo ed il ceco Kornfeil.

Tony Arbolino aveva il miglior tempo in tasca sino a poche curve dalla bandiera a scacchi, ma il traffico in pista gli ha tolto il primato della mattinata, relegando il milanese del team Snipers in undicesima posizione.

Fabio Di Giannantonio è quattordicesimo, prima di Nicolò Bulega, Antonelli ha il tempo numero 17, Dennis Foggia debutta al Sachsenring con un ventesimo crono, Dalla Porta è ventunesimo, Migno venticinquesimo. Considerando le gare disputate sino ad oggi, le prestazioni dei nostri italiani non possono che migliorare.

Chiude la classifica il tedesco Luca Grunwald, wild card, già vincitore ad Assen nella Supersport 300 di quest’anno.

 

 

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti