Tommy Hayden: ricordate Nicky in moto, quando era felice

Il fratello del pilota ha ringraziato i tifosi e lo staff dell'ospedale: "ora speriamo di riavere Nicky a casa il più presto"

Share


La famiglia di Nicky lo ha vegliato fino agli ultimi minuti, standogli vicino nel reparto di rianimazione dell’ospedale Bufalini di Cesena. La fidanzata Jackie è stata con lui fin dai primi momenti, la madre Rose e il fratello Tommy erano arrivati dopo poche ore.

Con Nicky hanno sperato e lottato fino a questo pomeriggio, quando il pilota si è spento.

Tommy ha rilasciato la seguente dichiarazione, ringraziando tutti i tifosi per il loro affetto.


“In nome di tutta la famiglia e della fidanzata di Nicky Jackie, voglio ringraziare tutti per i loro messaggi di supporto, è stato molto di conforto per noi tutti sapere che Nicky aveva toccato così tante persone in un modo così positivo”.

“Ovviamente è un momento triste, ci piacerebbe che tutti ricordassero Nicky quando era più felice e cioè quando guidava una moto. Fin da bambino sognava di diventare un pilota professionista e non solo ci è riuscito, ma anche raggiunto la vetta più alta dello sport che aveva scelto diventando campione del mondo. Siamo tutti così orgogliosi di lui”.

“Oltre a questi ricordi ‘pubblici’, ne abbiamo tanti belli e meravigliosi di Nicky a casa nel Kentucky, in mezzo alla famiglia. Ci mancherà terribilmente”.

È anche importante per noi ringraziare tutto il personale dell’ospedale per l’incredibile supporto, sono stati molto gentili. Con l’aiuto delle autorità, speriamo di avere Nicky a casa presto”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti