Tu sei qui

WSS: Scassa deve recuperare

Saltando la gara di Misano, l'italiano è sceso al terzo posto nel mondiale

Moto - News: WSS: Scassa deve recuperare

Share


Insieme alla Superbike a Motorland Aragon ci saranno come di consueto anche la Supersport e le due classi Superstock.

La gara di Misano ha letteralmente stravolto la classifica del mondiale con Broc Parkes (Kawasaki) che è passato in testa grazie alla vittoria in Romagna. Le difficoltà tecniche hanno impedito, invece, a Chaz Davies che si trovava primo nel mondiale a pari merito con Scassa di fare meglio del sesto posto che gli ha consentito, comunque, di contenere lo svantaggio da Parkes in soli cinque punti.

Chi in qualche modo ha beneficiato di questo andamento è stato Luca Scassa - fermato dalla squalifica - che pur rimanendo fermo a 70 punti accusa 15 punti di distacco da Parkes. "Non sono stato troppo sfortunato - ci ha detto Luca - anche se mi spiace che Chaz (Davies) abbia avuto dei problemi tecnici. Ora c'è soltanto da recuperare. Non posso sbagliare niente, abbiamo fatto troppi zeri (due - ndr). La cosa che mi fa essere ottimista è che ogni volta che abbia corso, noi del team ParkinGO abbiamo fatto primo e secondo. Io, comunque, da questa gara quando posso... passo, chiunque sia".

Dichiarazioni bellicose, quindi, dell'italiano che era partito alla grande con due vittorie nelle prime due gare.

Gli altri, comunque, non staranno a guardare. Oltre a Parkes e Davies, ci sono i piloti della Honda, a cominciare da Fabien Foret e Sam Lowes che puntano alla vittoria, così come David Salom con la Kawasaki, ci tiene a far bene davanti al pubblico di casa.

Ed i nostri? Se consideriamo alcune singole prestazioni non dovrebbe andare male ma nel complesso gli altri italiani sono indietro: Massimo Roccoli (Kawasaki) è decimo a 59 punti dai primi, e Roberto Tamburini (Yamaha) è due posizioni più indietro.

Ma è il confronto con la prestazione di Ilario Dionisi - che in Spagna non ci sarà - che come wild card ha viaggiato per quasi tutta la gara nelle prime posizioni (a lungo secondo) che penalizza i nostri, alcuni dei quali da anni protagonisti della categoria.

Il primo turno delle 600 (libere) ci sarà alle 9,45 di domani.

Articoli che potrebbero interessarti