MotoGP, Lorenzo Savadori: "Aprilia, scommetti su di me, non sono un azzardo"

"Non credo che sarei un azzardo troppo grande, sto imparando ma serve tempo per adattarsi. Già oggi è stata una giornata migliore rispetto a Valencia"

Share


Lorenzo Savadori si gioca tanto in questi giorni. Aprilia, dopo la condanna di Andrea Iannone cerca disperatamente un sostituto all’altezza ed il tester italiano è, naturalmente, tra gli indiziati di questa ricerca. Lorenzo è un assoluto debuttante della categoria e anche quest’anno, per via del Coronavirus, non ha provato molte volte sull’Aprilia. Scegliendolo Rivola azzarderebbe troppo?

“Ovviamente se fossi in Massimo scommetterei su di me – ci ha detto Lorenzo dopo le FP2 di Portimao - ma dovreste sentire lui per saperne di più. Chiaramente io ho bisogno di prendere in mano la moto, non sto guidando come vorrei perchè sono nel mio periodo di apprendimento ma non penso che sarei un azzardo enorme. Con ancora un po’ di tempo posso arrivare ad un buon livello”.

Tempo per immagazzinare esperienza e trovare la fiducia giusta. Questo è il mantra di Lorenzo Savadori alla sua terza uscita in un weekend di gara con l’Aprila MotoGP e qualche risultato è sembrato venir fuori già dalle prove libere di oggi. 

“La giornata è stata positiva perché ho migliorato piano piano. I problemi più grandi in curva rimangono, proprio come a Valencia ma qui li sento meno. Non è stato facile quando ho messo le soft per il time attack perché non mi sento ancora al 100% con la moto e quando bisogna fare il tempo bisogna sentire la moto tra le mani”. 

Quanto è stato importante per te oggi aver avuto già delle esperienze su questa pista? Ci hai girato sia in SBK che in un test con la MotoGP.

“Non penso che sia troppo fondamentale conoscere le piste. Ovviamente aiuta averci già girato anche con la SBK, ma la MotoGP di oggi ha un livello davvero alto e i dettagli fanno la differenza. Io avevo fatto solo tre test prima di Valencia e ora sto ancora capendo la moto, la categoria e le gomme. Non sono al livello che vorrei e ancora non riesco a spingere, non ho la confidenza giusta con questa moto e 3 gare non sono sufficienti per trovarla anche se in queste condizioni si migliora in maniera più rapida rispetto alle giornate di test”. 

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti