MotoGP, Zarco: "Gran gara, per me è un allenamento per il prossimo anno"

"Una stagione è sufficiente per capire la Ducati e poi puntare al podio. Aragon è sempre stata una pista difficile per me, fino a oggi"

Share


La gara di Zarco è stata nettamente l’unica nota positiva per la Ducati questa domenica ad Aragon. Con Petrucci ai limiti della top ten, Dovizioso 13° e Miller e Bagnaia fuori dai giochi prima del tempo, il francese del team Avintia ha portato a casa un 5° posto che vale oro.

Non solo, Johann è stato fino a metà gara virtualmente sul podio, una prestazione ottima quanto forse insperata anche per lui.

Sinceramente qui ad Aragon non ero mai andato bene - ha ammesse - Né in MotoGP con la Yamaha e nemmeno in Moto2, negli anni in cui vincevo il campionato. Quella di oggi è stata la migliore gara su questa pista ed è stata con la Ducati”.

Zarco sembra avere ormai capito come si guida la Desmosedici, anche se lui preferisce un profilo basso.

“Abbiamo avuto dei problemi, ma insieme al team siamo riusciti a fare un buon lavoro - ha spiegato - Io prendo questa gara come un allenamento in vista del prossimo anno, in cui mi aspetto di essere più veloce e di giocarmi il podio. Credo che un anno sia sufficiente per capire la moto ed essere competitivo. In questo senso, le mie esperienze precedenti con KTM e Honda mi hanno aiutato in questo processo di apprendimento”.

A proposito di KTM, è stato proprio con gli ex compagni di marca che ha lottato. Contro uno ha avuto la meglio, contro l’altro no.

“A inizio gara mi sentivo veramente bene - ha raccontato Johann - Avrei voluto stare con Morbidelli e Mir, ma loro erano più veloci e per riuscirci avrei dovuto rischiare troppo. Quindi ho pensato a tenere il mio ritmo”.

Ha funzionato, fino a metà gara almeno.

A quel punto controllare la moto è diventato più difficile - ha spiegato - Mir mi ha superato e non riuscivo a seguirlo, poi è arrivato Alex Marquez, il nostro passo era simile ma è caduto. Avevo però vantaggio su Pol Espargarò, pensavo di poterlo gestire e lottare con lui, invece mi ha passato e se ne è andato. Però sono riuscito ad avere la meglio su Oliveira. Sono felice del 5° posto, è stata una gran gara”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti