Tu sei qui

MotoGP, Alex Marquez scherza: "Nessun consiglio da Marc, dice che vado veloce"

VIDEO. "Ti possono anche dire delle cose, ma metterle in pratica è un'altra storia. La Honda 2020? Non aveva senso provarla ora, lo farò a Sepang"

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Oggi. a Madrid, Alex Marquez è stato protagonista di un evento organizzato dallo sponsor Estrella Galicia. Aveva tanto di cui parlare, perché la fine del 2019 se la ricorderà per sempre. Non solo ha vinto il suo secondo titolo mondiale, questa volta in Moto2, ma ha anche firmato un contratto con la migliore squadra che esista in MotoGP, il team ufficiale Honda, per il 2020. Come se non bastasse, dividerà il box con suo fratello.

Quando Emilio mi ha detto che c’era questa possibilità, gli ho risposto di andare avanti - ha raccontato - Mi ha detto anche che sarebbe stata una sfida difficile, ma dovevo affrontarla”.

Marc è stato uno degli argomenti che ha dovuto affrontare, anche per la recente operazione alla spalla.

Sta meglio di un anno fa, ma sa che i tempi per il recupero saranno uguali” ha spiegato Alex.

Con il campione del mondo MotoGP in riposo forzato e a stretto contatto, almeno ha l’opportunità di tempestarlo di domande.

Ho cercato di carpirgli qualche consiglio, ma mi ha detto scherzando che non mi rivelerà ben poco perché mi ha visto veloce in alcune curve - ha rivelato scherzando Alex - A Jerez, nel box non ci siamo quasi visti, perché ognuno sta con la sua squadra. Alla fine, anche se ti dicono qualcosa, metterla in pratica è tuta un’altra storia”.

Gli ultimi test, comunque, sono stati positivi per il minore dei fratelli Marquez.

Mi sono sentito meglio, perché ho potuto lavorare con la mia squadra - dopo essere stato appoggiato al team LCR in Valencia - È stato un peccato che nel secondo giorno abbia iniziato piovere per due volte proprio quando avevo montato una gomma nuova. Vediamo se l’inverno passerà in fretta per potere tornare in fretta in moto”.

Dovrà aspettare i test di febbraio a Sepang, dopo con tutta probabilità potrà guidare la Honda 2020 per la prima volta.

Non aveva nessun senso per me provare la moto nuova - ha spiegato - Lo hanno fatto Cal e Marc e hanno tratto conclusioni positive. In Malesia saprò quali saranno i piani della Honda, ma credo che daranno a tutti la stessa moto. Più informazioni avremo, meglio sarà”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti