Tu sei qui

MotoGP, Rins: "La Suzuki è forte anche senza cucchiaio"

"L'abbiamo provato ma serve altro tempo prima di omologarlo. Le novità di test torneranno utili non per Le Mans, ma per il prosieguo della stagione"

MotoGP: Rins: "La Suzuki è forte anche senza cucchiaio"

È la rivelazione di questo inizio di stagione, tanto da essere il primo degli inseguitore nella corsa al titolo. Stiamo parlando di Alex Rins, che dopo il successo di Austin e la seconda piazza di Jerez insegue Marc Marquez a un solo punto.

Adesso che il Motomondiale sbarca in Francia, lo spagnolo vuole rimanere coi grandi, nonostante la pista transalpina sia poco favorevole alle qualità della Suzuki.

Arriviamo a questa gara dopo una buona prima parte di stagione, tra cui il successo ad Austin – ha esordito – nell’ultimo test abbiamo provato il cucchiaio e il forcellone nuovo, trovando delle buone soluzioni, forse non per questa gara nello specifico, ma per il prosieguo della stagione”.

Di sicuro Le Mans è una pista che metterà a dura prova le qualità della Suzuki.

“Sappiamo che questa pista non si adatta alle caratteristiche della nostra moto, ma lo affronteremo con grande energia dopo l’ultimo GP. Sappiamo che potrebbe piovere, però alla fine dei conti qua veniamo una volta all’anno ed è un tracciato che mi piace, dove cercheremo di sfruttare al massimo i punti di forza della Suzuki”.

L’ultima battuta riguarda invece il test svolto circa due settimane fa all’indomani del GP di Spagna.

Sono fiducioso per questo round, come ho detto ho provato diverse cose a Jerez, in particolare a livello di elettronica. Il cucchiaio? L’abbiamo provato anche quello, ma non ci siamo soffermati più di tanto e qui non lo utilizzeremo. C’è ovviamente la possibilità di utilizzarlo a Le Mans, ma poi dovremo omologarlo e di conseguenza preferiamo aspettare.  Di sicuro la moto è competitiva e non servono grandi cambiamenti per essere con i migliori”.

audio raccolto da P. Scalera.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti