Tu sei qui

SBK, Canepa e Yamaha beffati, BMW sorprende tutti e centra la pole a Le Mans

MONDIALE ENDURANCE - YART  seconda per 28 millesimi, 4^ Kawasaki SRC seguita da Suzuki SERT, 7^ FCC TSR Honda, nella Stock sesto crono per No Limits

SBK: Canepa e Yamaha beffati, BMW sorprende tutti e centra la pole a Le Mans

Le qualifiche del venerdì hanno accesso la bagarre in vista della gara, che scatterà domani alle ore 15. A Le Mans si preannuncia un weekend incandescente ed è bastata la giornata odierna per capire che aria tira. Già, perché ERC-BMW Motorrad Endurance è riuscita a centrare a sorpresa la pole della vigilia, grazie alle prestazioni realizzate da Kenny Foray, Julien Da Costa e Mathieu Gines. I tre alfieri, in sella alla S1000RR di penultima generazione, sono riusciti a recitare la parte di protagonisti, dal momento che la media dei tre tempi  realizzati gli ha consegnato la vetta.

Una sfida sul filo dei millesimi, per l’esattezza 28 quelli incassati da Niccolò Canepa e i colleghi di Yamaha YART. Se da una parte c’è l’amarezza per la pole mancata, dall’altra brucia di più aver perso i cinque punti attribuiti alla squadra che ottiene il miglior piazzamento in qualifica. A parte il rammarico, il pilota ligure assieme a Marvin Fritz e Broc Parkes ha confermato la fiducia in sella alla R1, che per l’occasione vede impegnato Randy Krummenacher quale pilota di riserva.

La competitività della moto giapponese è stata dimostrata anche dal terzo crono di VRD Igol Pierret Experiences, ovvero l’ex team Viltais, distante della vetta soli 111 millesimi. Florian Alt e Florian Marino, assieme a Xavier Simeon, riescono infatti a precedere i francesi di Kawasaki SRC (+0.330) che vedono in azione in sella alla ZX-10RR David Checa, Jeremy Guarnoni ed Erwan Nigon. In sesta piazza invece l’altro team transalpino, ovvero Suzuki SERT (+0.440), incalzato dalla prima delle Honda, ovvero quella  tridente formato da Yonny Hernandez, Randy De Puniet e Sebastien Gimbert. Alle loro spalle i campioni in carica di FCC TSR, protagonisti di un avvio in salita con ben tre cadute rimediate nella giornata di giovedì.

Saltando invece alla Stock, anche qua c’è una BMW davanti a tutti. Stiamo parlando della S1000RR di GERT56 by GS YUASA, che ha avuto la meglio nei confronti della Kawasaki del team 33 Coyote Louis Moto, per cui corre Kevin Manfredi. Due posizioni di arretrata la Honda di Matteo Baiocco assieme a Nico Terol con i colori di SC Project Paton. Sesti di classe invece i portacolori No Limits, con Scassa, Gamarino e Tangre in sella alla Suzuki.

Domani, alle 15 su Eurosport 2, il via!  

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti