Tu sei qui

Moto3, Migno: “Sono contento, con rammarico. Mi sono giocato un po’ di jolly"

Andrea chiude terzo e torna sul podio dopo Le Mans 2018.  “Mi sento veloce. Cos’è mancato per vincere? Un po’ di ritmo quando ero in testa”

Moto3: Migno: “Sono contento, con rammarico. Mi sono giocato un po’ di jolly"

Grande rimonta quella di Andrea Migno al COTA di Austin, il romagnolo è partito tredicesimo e arrivato addirittura a comandare la gara salvo poi arrendersi a Canet e Masia.

“E' stata una bella gara, sono contentissimo ma allo stesso tempo c’è un po’ di rammarico perché potevo anche vincere ma negli ultimi sei giri non sono riuscito a fare la differenza. Ora devo continuare così, anche in Argentina e in Qatar mi sentivo veloce ma per vari motivi non ero riuscito a concretizzare il buon lavoro fatto.  Questo di Austin è un risultato che ci dà molto morale, dobbiamo continuare in questa direzione per rimanere competitivi anche nelle prossime gare”.

Il pilota della VR46 Academy torna sul podio dopo quasi un anno, dopo il terzo posto (poi diventato secondo a causa della penalità a Di Giannantonio) di Le Mans 2018. La vittoria, invece, manca dall’incredibile gara del Mugello nel GP d’Italia del 2017. Nel complesso due anni difficili.

“Non è stato facile, nel complesso ho fatto delle buone gare sia nel 2017 che nel 2018. Lo scorso anno ho sofferto dopo un inizio di stagione in cui mi sentivo bene con la moto. Quest’inverno ho fatto un bel lavoro per provare a migliorare e a riprendermi, mi sento veloce”.

Dopo essere risalito dalle retrovie Migno ha assaporato anche la vittoria quando, a cinque giri dal termine, si è trovato in prima posizione per via della caduta del leader Suzuki. Da quel momento ha condotto la gara per tre giri prima di essere superato da Canet. Cos’è mancato allora al pilota romagnolo per centrare la sua seconda vittoria nel motomondiale?

“Un po’ di ritmo – ha detto Migno – quando sono andato davanti ho avuto un calo. Non volevo rischiare ancora di più perché mi ero già giocato un po’ di jolly. Gli altri sono rimasti li vicino e all’ultimo giro ho fatto fatica a controllare tutti quanti”.

Audio raccolto da Andrea Rossi

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti