Tu sei qui

SBK, Yamaha contro Honda, sfida per la gloria alla 8 Ore di Suzuka

La Casa dei Tre Diapason va a caccia del terzo trionfo consecutivo all'ottovolante, per il titolo Mondiale è testa a testa tra SERT e GMT94

SBK: Yamaha contro Honda, sfida per la gloria alla 8 Ore di Suzuka

È il round più atteso dell’intera stagione, perché si aggiudica il titolo e all’appuntamento saranno presenti tutti i top team. Sarà la 8 Ore di Suzuka, giunta alla sua 40^ edizione, a far calare il sipario sul Mondiale Endurance il prossimo fine settimana.

I recenti test ci hanno fatto capire che con ogni probabilità si preannuncia un avvincente testa a testa tra il team Yamaha Factory e Honda. Dopo i due successi consecutivi, la Casa dei Tre Diapason va ora a caccia del tris con Katsuyuki Nakasuga, Alex Lowes e la new entry Michael van der Mark. Sarà anche vero che negli ultimi test la R1 non è mai stata davanti, ma allo stesso tempo ha dimostrato di aver un ritmo impressionante sul passo gara.

Un segnale da non sottovalutare per la Casa dell’Ala Dorata, che per l’occasione ha deciso di puntare forte sulla Fireblade SP2 di ultima generazione con il sostegno di HRC. In pista ben cinque team, tra cui HARC-PRO e FCC-TSR. Le due squadre, assieme a Moriwaki, si sono divise lo scettro nella tre giorni di test, adesso si cercherà di proseguire sulla strada della continuità.

L’obiettivo è senza dubbio quello di mettere fine a un digiuno che dura dal 2014, quando a trionfare fu HARC-PRO con Takumi Takahashi. Il giapponese lo troveremo nuovamente ai nastri di partenza, affiancato per l’occasione da Jack Miller, al debutto nel Mondiale Endurance e unico pilota della MotoGP in griglia. Vietato poi scordarsi di Takaaki Nakagami. In casa FCC TSR da registrare il debutto di Stefan Bradl insieme a Randy De Puniet e Dominique Aegerter.

La 8 Ore di Suzuka vedrà al via anche Sylvain Guintoli. Il pilota francese, impegnato quest’anno nel BSB e in seguito chiamato a sostituire Rins in tre tappe del Motomondiale, avrà il compito di tenere alti i colori Yoshimura in sella alla Suzuki GSX-R1000, facendo affidamento per l’occasione sul collaudatore Tsuda e Brookes. È dal 2009 che il team giapponese non sale sul gradino più podio all’ottovolante e non manca l’ambizione di aggiornare le statistiche.

Tra i pretendenti pronti a recitare una parte da protagonista troviamo anche la Kawasaki del Team Green, seconda un anno fa. I riflettori saranno puntati su Leon Haslam, uno che Suzuka la conosce abbastanza bene. Nel 2013 e 2014 fece doppietta con la Honda, adesso lo attende un esame di quelli ad alto coefficiente di difficoltà. In sella alla ZX-10RR col britannico anche Watanabe, soffiato a Honda, e il malese Kamaruzaman. In molti sognavano di vedere al via della 40^ edizione della 8 Ore Johnny Rea, ma non c’è stata la possibilità di portare a Suzuka il nordirlandese.

Non scordiamoci poi che all’ottovolante si aggiudicherà il titolo Mondiale 2016-2017 dell’Endurance. Al momento in testa alla classifica iridata troviamo SERT, in vantaggio per un solo punto nei confronti di GMT94. Il team Yamaha, reduce da tre successi consecutivi, punta al sorpasso per entrare nella storia della competizione. Suzuki non potrà quindi permettersi il minimo errore.

Lo sanno bene Vincent Philippe ed Etienne Masson, ma soprattutto il giovane Sodo Hamahara. Sarà il giapponese a prendere il posto di Alex Cudlin, deludente durante la stagione e tenuto a riposo in questa occasione. Di sicuro in casa SERT è pesata non poco la scomparsa di un pilota del calibro di Anthony Delhalle, uomo simbolo all’interno del team. Nella lotta per il titolo non possiamo poi escludere YART, terza forza del Campionato con 105 punti a 27 lunghezze dalla vetta. Dal momento che il round conclusivo ha coefficiente di validità 1,5, l’aritmetica tiene ancora in gioco la squadra Yamaha, che schiererà come sempre Kohta Nozane, Broc Parks e Marvin Fritz.    

Tra gli italiani in pista, da registrare la partecipazione di Raffaele De Rosa, al via con la BMW di Motorrad39 con Sakai e Iddon. I riflettori si accenderanno venerdì con i primi turni di libere, domenica alle 4:30 italiane, le 11:30 in Giappone, il via della gara.   

 

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti