Tu sei qui

MotoGP, Test Sepang: Petrucci resiste, riscossa Lorenzo

Lo spagnolo chiude a soli 60 millesimi dalla vetta, sesto Rossi, Stoner davanti a Dovizioso

Test Sepang: Petrucci resiste, riscossa Lorenzo

Una cosa è certa: la caduta di Baz ha caratterizzato la seconda giornata di test a Sepang. Con la gomma soft ritirata da Michelin, i piloti hanno dovuto fare i conti esclusivamente con la mescola dura. La classifica sembrava quindi destinata a non subire particolari scossoni, anche se nel finale non sono mancate le sorprese.

Nonostante Petrucci rimanga il punto di riferimento con il crono di 2’00”095, Jorge Lorenzo ha tirato fuori gli artigli, terminando a soli 60 millesimi dalla vetta. Il campione del mondo può comunque ritenersi soddisfatto, tanto da aver migliorato di mezzo secondo la prestazione del lunedì. Alle sue spalle l’Avintia di Barbera (+0.292), il cui riferimento è stato realizzato in mattinata con gomma morbida.

Dopo un lunedì in ombra, emerge dal gruppo anche Marc Marquez (+0.748), capace di risalire fino alla quarta piazza con la sua Honda e abbassare di un secondo e mezzo la prestazione del primo giorno. Passi avanti anche per Valentino Rossi. Il pesarese manda in archivio il martedì con il sesto tempo (+0.926), dall’altra parte però rimangono ben nove i decimi che lo separano dal compagno di squadra. Vietato poi scordarsi di Casey Stoner (1”008). L’australiano è tornato in sella alla sua Ducati, risalendo fino al nono posto, a soli 51 millesimi da Andrea Iannone, preceduto a sua volta dalla Pramac di Redding (+0.954). Aggancia la top ten anche la Yamaha satellite Tech3 di Bradley Smith (+1.012).

Fuori dalle prime dieci posizioni Daniel Pedrosa (+1.380). Un martedì tutto in salita per il numero 26, sfortunato nel rimediare addirittura una caduta nella stessa curva dove è uscito in mattinata Lorenzo. Peggio è andata a Dovizioso (+1.628), soltanto quattordicesimo. Il cronometro parla chiaro: ben sei i decimi rifilati da Stoner.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti