Tu sei qui

MotoGP, Marquez: la guarigione procede bene

VIDEO. "Voglio finire la stagione al top". Pedrosa: "sono motivato dopo la lotta contro Rossi"

Iscriviti al nostro canale YouTube

Lo scorso anno a Motegi Marquez festeggiò il secondo titolo iridato consecutivo, ora la situazione è bene diversa. I tanti errori hanno pesato sulla classifica di Marc e solo la matematica lo tiene in corsa per il campionato. L’unico obiettivo è puntare alle singole vittorie ma la frattura - e conseguente intervento chirurgico - al dito mignolo complicherà il suo fine settimana.

La pista nipponica sembra addirsi alla RC213V ma il piccolo diavolo non ha mai vinto a Motegi. Questo non significa che non abbia tutte le carte in regola per farlo, tenendo sempre d’occhio il meteo quanto mai imprevedibile come il passato insegna.

Aragon è stata una gara difficile e ho commesso un errore, ora non vedo l’ora di arrivare in Giappone e provare a finire la stagione al massimo livello - promette - Sfortunatamente la scorsa settimana ho avuto un incidente mentre mi allenavo in mountain bike e ho rimediato una frattura alla mano sinistra. Sono stato operato mercoledì scorso e mi sono riposato da allora. la guarigione procede bene e spero di essere nelle migliori condizioni per questo fine settimana. Le condizioni a Motegi possono variare molto e lavoreremo sodo per trovare il miglior setup per le forti accelerazioni e frenate”.

Dani Pedrosa invece arriva galvanizzato a Motegi e non potrebbe essere altrimenti dopo avere battuto Rossi in un memorabile corpo a corpo in Spagna. La stagione dello spagnolo non è stata semplice e la pista giapponese è sua amica, avendoci vinto nel 2011 e nel 2012.

Dopo la lotta di Aragon contro Valentino mi sento molto motivato ad andare in Giappone, la gara di casa per Honda - dichiara - Dopo il GP ho avuto un giorno di test e poi sono stato a Barcellona per festeggiare il mio compleanno con gli amici e la mia famiglia. Sono pronto per partire. Questa gara sarà importante per Honda e questo mi spinge a regalare un gran risultato. La pista ha parecchi punti di frenata impegnativi come di accelerazione, si deve trovare il giusto bilanciamento tra la stabilità in frenata e la trazione in uscita delle curve”.

GUARDA IL VIDEO

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti