Tu sei qui

MotoGP, Rossi: adesso non si può sbagliare

La sfida tra il Dottore e Lorenzo si sposta a Motegi. Jorge: "solo un lieve dolore alla spalla, resterò concentrato"

Sarà il Giappone il prossimo teatro della sfida tra Rossi e Lorenzo. Motegi la pista con cui si affronteranno e sul piatto c’è il titolo Mondiale. Il circuito nipponico sulla carta non è il migliore per la Yamaha, eppure Jorge ha vinto le ultime due edizioni consecutive, mentre l’ultimo successo di Valentino risale al 2008 e l’anno scorso salì sull’ultimo gradino del podio.

Questa stagione ha però insegnato che le previsioni vengono spesso disattese e ogni gara fa storia a sé, frase retorica ma quanto mai vera. I due contendenti non possono stare tranquilli, i 14 punti di differenza sono una margine risicato e mettono il Dottore solo in una posizione di relativo vantaggio.

Con tre GP consecutivi tutto può accadere e l’imperativo è sfruttare ogni occasione al meglio senza commettere errori. Il primo che sbaglia potrebbe compromettere il lavoro di un intero anno.

Stiamo arrivando in Giappone per iniziare una parte molto importante della stagione - riflette Rossi - Motegi è una pista che mi piace molto, vi ho fatto belle gare in passato e anche lo scorso anno avevo vissuto un buon fine settimana, ma Lorenzo era stato più forte di me e aveva vinto. Per questo motivo dovrò dare tutto, ci sono solo 14 punti fra lui e me, possono sembrare tanti ma sono pochi. Dovremo dare il massimo perché siamo competitivi, come abbiamo dimostrato fino a qui. Ci saranno tre gare di fila e sarà importante non commettere errori, ma allo stesso tempo ottenere il migliore risultato possibile. Mi sento bene, ad Aragon, durante i test, la mia caduta non ha avuto conseguenze se non una piccola abrasione”.

Lorenzo risolve in fretta la leggere lesione alla spalla: “come avete sentito, ho avuto un piccolo incidente mentre mi allenavo ma sto bene, avverto solo un leggero dolore alla spalla sinistra ma correrò senza problemi a Motegi”.

Poi il maiorchino si concentra sulla prossima gara.

Ho ancora belle sensazioni da Aragon, è stata una bella vittoria davanti al pubblico di casa. E’ stato un fine settimana perfetto e sono riuscito a recuperare punti su Valentino - ricorda - Il campionato sarà fantastico in questa ultima parte di stagione ma da ora in poi dovrò essere ancora concentrato se vorrò mantenere lo slancio e provare a vincere il titolo. La prossima fermata è il Giappone, dove ho bei ricordi, in particolar modo negli ultimi due anni. Motegi è un circuito ‘stop & go’ ma per qualche ragione sono riuscito a fare delle belle gare in passato anche se si adatta meglio ai nostri rivali. Arrivo desideroso di fare un’altra grande battaglia, spero sarà una bella gara e di potere accorciare le distanze”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti