Tu sei qui

MV F3RC: Supersport in edizione limitata

Arriva direttamente dal Reparto Corse di Schiranna la replica stradale delle moto di Cluzel e Zanetti

MV F3RC: Supersport in edizione limitata

RC, alias Reparto Corse. Una sigla che per gli uomini di Schiranna identifica i mezzi derivati a stretto giro, per livree e componentistica dai mezzi da gara.Dopo la F4RC, è la volta della piccola F3 fregiarsi del logo "Reparto Corse" nell'identificare una serie limitata, prodotta in 350 pezzi, che attinge a piene mani dal mondo della gare del campionato del mondo WSS dove la Casa varesina è assoluta protagonista ormai da diverse stagioni.

La nuova F3RC è la replica stradale dei mezzi portata in gara da Jules Cluzel e Lorenzo Zanetti, ed in questa versione viene proposta in due opzioni: nella cilindrata  usata in gara da 675, o in una più corposa versione da 800 destinata principalmente alle giornate in pista.

Saranno prodotti rispettivamente 100 esemplari in configurazione 675 e 250 in quella da 800cc, e per entrambe le versioni l'autografo ed il numero di gara dei suoi piloti ufficiali: sul fianchetto destro il 16 Cluzel e sul sinistro l'87 Lorenzo Zanetti.

IL MOTORE - Unità che si caratterizza per misure fortemente superquadro e nella configurazione omologata per la WSS quella da 675cc ha misure di alesaggio e corsa 79 x 45,9, capace di ben 128 CV a 14.500 giri con una coppia di 71 Nm a 10.600 giri. La versione da 800cc (cilindrata effettiva 798cc) mantiene l'alesaggio della 675, ma cresce nella corsa che passa da 45,9 mm a 54,3 mm. L'incremento di cubatura si traduce in 20 CV in più di potenza massima, attestandosi 148 CV a 13.000 giri/min, con la coppia da 88 Nm a 10.600 giri/min. La maggior cavalleria ha permesso di montare un rapporto finale più lungo, che passa dalla 16/43 della 675 al 17/41 della 800, sfiorando così i 270 km/h, mentre la più piccola 675 si ferma a quota 260 km/h.

ELETTRONICA E TELAIO - La piccola MV tre cilindri si distingue per l'utilizzo di una sofisticata  piattaforma MVICS (Motor & Vehicle Integrated Control System) che abbina la gestione completamente elettronica dell'acceleratore e del corpo farfallato al controllo di trazione. Il comando del gas full Ride By Wire è l'elemento sul quale si basa il funzionamento della gestione elettronica: il sistema permette di definire in ogni istante il valore ideale di apertura del corpo farfallato, svincolando tale valore dalla rotazione angolare del comando gas. Il TC è gestibile su 8 livelli di intervento.

Sul fronte ciclistico troviamo l'ormai collaudato  telaio misto a traliccio di tubi di acciaio e piastre laterali in alluminio. Le dimensioni del motore hanno reso possibile la realizzazione di una ciclistica molto "svelta" con un perno forcellone avanzato e un monobraccio lungo da 576,5 mm, questo per assicurare migliore trazione e feeling al pilota pur con quote compatte. Infatti la F3 675 e 800RC hanno un interasse di soli 1.380 mm per un peso a secco di 173 kg. L’impianto frenante offre quanto di meglio reperibile sul mercato, una pompa radiale Nissin e pinze radiali Brembo monoblocco (sigla M4.34a). Confermato il diametro della coppia di dischi anteriori  da 320 mm e il gruppo posteriore con pinza a due pistoncini e disco da 220 mm. A livello di sospensioni troviamo un avantreno che può contare su una forcella Marzocchi da 43mm, mentre il mono è un'unita pluriregolabile Sachs. Gli pneumatici di primo equipaggiamento sono Pirelli Diablo Rosso Corsa, nelle misure 120/70-ZR17 anteriore e 180/55-ZR17 posteriore.

DETTAGLI CHE FANNO LA DIFFERENZA - Per e nuove versioni della F3RC MV ha approntato un kit che comprende cover in alluminio anodizzato da applicare in sostituzione degli specchietti etrovisori, delle leve frizione e freno in ergal con snodo anti-rottura, copricodino monoposto, pedane in ergal e cavalletto posteriore racing. A questo si aggiunge la targa che ne certifica l'autenticità firmata dal presidente Giovanni Castiglioni.



Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti