Tu sei qui

MotoGP, Marquez: so di potere battere Rossi

Nei test Marc ha provato un nuovo forcellone: "è migliore ma non un grande passo avanti"

Oggi ai test di Jerez Marc Marquez non era in perfetta forma, alla fatica della gara di ieri si sono aggiunte anche febbre e raffreddore. Il campione del mondo ha comunque stretto i denti e ha portato a termine il lavoro che Honda gli aveva chiesto. Sulla sua Honda ha trovato un nuovo forcellone, realizzato con l’intento di risolvere i problemi alla parte posteriore della moto che lo limitano in gara.

Posso parlare di una giornata positiva, ho usato un solo treno di gomme facendo 31 giri. Non stavo troppo bene, ho sentito la fatica al braccio destro dopo averlo stressato nel Gran Premio ma sono riuscito comunque a portare a termine il lavoro”, racconta.

Gli ingegneri non si aspettavano grossi cambiamenti e la prova della pista ha confermato le loro supposizioni.

Ha degli aspetti positivi e tutto sommato nulla di negativo, ma è ancora presto per dire se lo userò a Le Mans, prima analizzeremo i dati – spiega – Come ho detto, mi interessa migliorare sul passo rispetto che sul giro secco, dove le cose vanno già bene. Il nuovo materiale rende la moto più stabile e facile da guidare ma non si tratta di grossi cambiamenti. I tecnici Honda lo sapevano, questo test serviva soprattutto per capire quale direzione prendere”.

I punti su cui lavorare sono chiari.

Dobbiamo trovare maggiore grip all’angolo di piega e in accelerazione e migliorare l’inserimento per quanto riguarda il posteriore. Entrare in curva in derapata è divertente e bello da vedere, ma fa perdere tempo”.

Nonostante tutto, il livello dell’accoppiata Marquez-Honda è già ottimo e ieri l’ha dimostrato.

Lorenzo su questa pista è sempre andato forte, non mi ha stupito, ma il mio primo avversario è ancora Rossi – afferma – Arrivargli davanti è stato importante perché è significato recuperare punti in classifica. Non cambia niente per la mia mentalità, è già da tre gare che so di essere al suo livello”.

Chiusa la pratica test, domani Marquez si sottoporrà a una visita dal dottor Mir, “spero di non utilizzare più la manopola modificata già in Francia”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti