Tu sei qui

MotoGP, Pedrosa si opera e salterà due GP

L'intervento domani a Madrid: "è l'unica possibilità". In Texas e Argentina lo sostituirà Aoyama

Dani Pedrosa ha deciso: si opererà. Lo spagnolo ha deciso di tentare la carta dell’intervento chirurgico per risolvere il problema all’avambraccio destro. Non aveva di fatto altre soluzioni, se non quella di smettere di correre, perché la sindrome compartimentale di cui soffre non gli permetteva di esprimersi al meglio in moto, come da lui spiegato al termine del GP del Qatar.

In inverno i medici gli avevano sconsigliato un’operazione – per i rischi che avrebbe comportato – e Dani aveva provato un diverso allenamento per risolvere la situazione. Purtroppo non è servito e tornato in Spagna da Doha, il pilota del team Honda si è incontrato con diversi specialisti a Barcellona e Madrid che gli hanno consigliato di intervenire nel minor tempo possibile.

Pedrosa entrerà in sala operatoria domani e sarà il dottor Angel Villamor a dirigire l’intervento. Poi, secondo quanto sostengono i medici, gli serviranno dalle quattro alle sei settimane prima di tornare a correre. Questo significa che Dani salterà i Gran Premi di Texas e Argentina, in cui sarà sostituito dal collaudatore Hiroshi Aoyama.

Il suo ritorno alle corse non sarà comunque confermato finché i medici non si pronunceranno positivamente sull'esito dell'operazione.

Ovviamente non è la notizia che avrei voluto annunciare – le parole di Dani Pedrosa - Comunque, dopo avere parlato con alcuni dottori e professionisti della medicina di cui mi fido, erano tutti d’accordo che fosse l’unica opzione per me. Mi opererò venerdì e verrà utilizzata una tecnica speciale per aiutare la chiusura delle ferita e cercare che il problema non continui a interessarmi. Spero che abbia successo. Voglio ringraziare tutti i miei tifosi per il loro sostegno ma specialmente Honda, Repsol, Red Bull e tutti gli sponsor per avere mostrato la loro comprensione”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti