Tu sei qui

MotoGP, Rossi: Ducati ora ha troppi vantaggi

"Penso che gli equilibri potranno cambiare da pista a pista ma Marquez e la Honda rimangono i favoriti"

Gli occhi di Rossi, dopo la bandiera a scacchi che ha decretato la fine dei test di Sepang (anche se domani i piloti saranno ancora in pista con le Michelin), sono puntati sugli avversari. C’è la Honda innanzitutto, quella di Marquez in primis, che rappresenta la lepre da cacciare. Poi la Ducati, che con una GP 15 appena svezzata ha fatto già intravedere un potenziale di tutto rispetto. “Andare a girare su un’altra pista sarà molto interessante per capire quale sia il nostro livello rispetto agli avversari – dice Valentino, pensando già alle prove del Qatar - Credo che gli equilibri da pista a pista cambieranno e Losail è un circuito in cui la Yamaha storicamente va bene. Non credo che avremo grandi novità da provare nel prossimo test, solo qualche dettaglio”.

Quali sono i valori in campo adesso?

Marquez è quello che è andato più forte. Nel primo test fra me e Jorge ero stato io a essere il più veloce, mentre in questi giorni è stato lui, ma siamo vicini. La nuova Ducati mi sembra che vada già abbastanza bene considerando i pochi chilometri fatti e penso che nel corso della stagione potranno lottare con noi per le posizioni che contano, potranno essere pericolosi. Dovizioso e Iannone sono in gran forma”.

Pensi che il regolamento conceda loro troppo vantaggi? Se vincessero potrebbero perderne alcuni.

Avere 24 o 22 litri di benzina non fa la differenza e per perdere la gomma morbida dovranno vincere tre gare, quindi spero la tengano (ride). Per me questa regola è ingiusta, ora la loro moto è veloce, non capisco perché debbano avere questo vantaggio. Andava bene lo scorso anno ma ora sono al nostro livello a parità di gomme. È qualcosa di strano per il motorsport, succede solo in MotoGP”.

Poi ci sono i rivali di sempre.

“La Honda va molto forte ma è stato Marquez a fare la differenza, Pedrosa è stato più lento. Marc è stato il più veloce sia sul giro secco che sul passo, è l’accoppiata moto-pilota a essere la favorita numero uno”.

Qual è il vostro distacco?

Penso che la differenza di tre decimi sul giro secco tra Marquez e Lorenzo sia reale. Sul passo non lo sappiamo, Marquez ha fatto la simulazione tardi. Ripeto, bisogna vedere come mutano gli equilibri su altre piste”.

Cos’è successo durante il tuo time attack?

Questa mattina nel giro secco purtroppo non sono riuscito a fare il massimo. Il mio potenziale era sufficiente per stare nei primi tre, ma con la prima gomma mi sono trovato davanti Pedrosa e con l’altra Smith e non sono riuscito a fare un giro perfetto. Ho sempre trovato traffico ma è stato un mio errore”.

Giro secco a parte, ti ritieni soddisfatto?

Abbiamo continuato a fare chilometri con il nuovo cambio e ho avuto la conferma del suo potenziale, è importante. Nel pomeriggio ho girato con gomme usate, fase in cui siamo ancora un pochino in difficoltà. Soprattutto su questa pista la moto diventa difficile da guidare quando gli pneumatici sono alla fine. È stato un buon test in generale, ho fatto dei tempi interessanti nel finale con gomme non nuove. Qualche soluzione l’abbiamo trovata ma dobbiamo continuare a lavorare con pneumatici usati”.

Concordi con Lorenzo sul nuovo seamless?

“Ho parlato con Jorge ieri sera. Per me è migliore del vecchio più o meno sotto tutti gli aspetti, ma non basta. Ci dà un piccolo aiuto ma manca ancora un pizzico di stabilità per entrare più forte in curva”.

Perché non hai fatto un long run?

“Non ho completato una simulazione di gara, sono uscito per farla ma era troppo caldo, si andava troppo piano e secondo me non sarebbe servita a molto. Sull’asfalto c’erano 60°, gradi sarebbe stata una grande fatica per nulla”.

Domani sarà la prima volta con le nuove Michelin.

Sono curioso, non capita spesso di provare gomme diverse sulla stessa pista con le stesse condizioni. Non è come salire su due moto diverse ma quasi, sarà una lunga passeggiata (ride)”.

ASCOLTA L'AUDIO

 

ENG {pb_mediaelmedia=[audio] audio_mp3=[images/ARCHIVIO/2015/Audio/Test_Sepang2/RossiENG.mp3]}

ITA {pb_mediaelmedia=[audio] audio_mp3=[images/ARCHIVIO/2015/Audio/Test_Sepang2/RossiITA.mp3]}

 

 

Categoria: 

Audio: 

Articoli che potrebbero interessarti