Tu sei qui

Moto3, GARA: Vince Vazquez, ma è Miller Show

Tante le staccate al limite su Alex Marquez che chiude quinto. Il mondiale si decide a Valencia

La chiamano la nobile arte, la boxe. Mai come oggi, a Sepang, abbiamo assistito all'applicazione della nobile disciplina travasata in una gara di moto.

Oggi, nella mente di Jack Miller non si sono spente le luci rosse dei semafori, ma è letteralmente suonato il gong, quello dell'ultima ripresa. L'australiano ha corso come non avesse nulla da perdere, ed in effetti, a Marquez servivano sei punti in più per vincere il campionato.

Ma, come un pugile che non vuole arrendersi fino al suono della campanella, Miller ha continuato a pestare forte, senza arrendersi mai, nella speranza di tenere aperta ancora lo scontro.

E di scontro - senza trascendere nel concetto di scorrettezza (per quella, semmai, ci penseranno i giudici) - si può assolutamente parlare, con staccate assolutamente da cardiopalma e contatti con il rivale Marquez, dati e ricevuti.

Miller è stato estremamente concentrato, deciso ed in molti frangenti anche duro. Voleva la vittoria, ma contro l'accelerazione delle Honda oggi vi era poco da fare. Il portacolori KTM del team Ajo infatti, con le sue staccate riusciva a portarsi in testa e comandare la gara ad ogni giro, salvo poi venire risucchiato dal gruppetto di testa sul traguardo.

Sotto la bandiera a scacchi, un secondo posto a 213 millesimi: "Siamo tornati nella posizione in cui dovevamo stare a Motegi. La gara è stata bella, ho cercato di rimanere sempre davanti, ma Efren era veloce, ed ha avuto l'occasione all'ultimo giro. Ho comunque ancora una chance per il mondiale".

La vittoria è andata alla Honda di Efren Vazquez, bravo a sfruttare l'occasione presentatagli, quando Rins, entrando stretto all'ultima staccata, ha portato leggermente fuori proprio Miller. Per lo spagnolo, che l'anno prossimo lascerà la Moto3 per sopraggiunti limiti di età, la seconda vittoria dopo Indianapolis: "Il team ha lavorato bene, la moto è competitiva. Non è un futuro roseo per me il prossimo anno, ma vediamo. Una gara molto bella. Lo pneumatico scivolava dopo 4 giri. All'ultima staccata eravamo tutti al limite: è andata bene".

Il lato meno bello della situazione è che Vazquez è ancora a piedi, non avendo trovato un team in Moto2.

Terza piazza quindi per Rins, che in volata non è riuscito a togliere punti al portacolori KTM. Lo spagnolo è stato autore di una grande rimonta dopo il via dalla diciassettesima casella. Con questo podio oltretutto, Rins diviene il pilota con il maggior numero di podi in classe cadetta (23 contro i 22 di Vinales): "Una gara dura con questo caldo impossibile. Un week-end difficile, ma per la gara ho provato un setting diverso che ha funzionato".

Chi, per mantenere un gergo da boxe, ha ricevuto numerosi destri ai fianchi, numerose carenate, è sicuramente Alex Marquez che qui a Sepang poteva avere un match point. Lo spagnolo ha provato a rimanere al di fuori dei rischi, ma ogni volta che si presentava nei piani alti, Miller lo ricacciava dietro con staccate molto al limite.

Ci ha provato, lo spagnolo, a ricambiare "il favore", ma senza troppo successo. Proprio all'ultimo giro, Marquez ha subito l'ennesima entrata, trovandosi dietro un Danny Kent prezioso come non mai per le sorti di casa Ajo, riuscendo a tenersi dietro il giovane spagnolo. E gli italiani? Settimo Niccolò Antonelli, decimo Enea Bastianini, 14esimo Alessandro Tonucci. Sia Bagnaia che Fenati sono andati incontro a inconvenienti tecnici. Caduti anche Migno e Ferrari, presi da Khairuddin e Azmi, cosi come Locatelli.

Si chiude cosi quindi la penultima prova del campionato Moto3 2014. L'appuntamento è per Valencia. Alex Marquez ha 262 punti, Jack Miller 251. Se quelle di oggi son state le premesse, attendiamoci una gara sconsigliabile ai deboli di cuore.


CRONACA DI GARA


Tutto è pronto alla partenza della gara della classe Moto3. Se Alex Marquez guadagna 6 punti su Miller, è campione del Mondo automaticamente.

- Partenza valida. Jack Miller si pone subito in testa, ma McPhee e Vazquez si ostacolano vicendevolmente. Alla prima staccata la Honda di Vazquez è quella che si presenta in testa. Alex Marquez gestisce la situazione in quinta piazza. Miller sta provando in tutti i modi ad attaccare Vazquez, ma lo spangolo chiude ogni varco. Caduta per Oliveira. Il pilota Mahindra è fuori.

- 17 giri al termine: grande staccata di Jack Miller che in un colpo solo passa sia Vinales che Vazquez alla prima curva. Il migliore dei nostri è Fenati, settimo, ma staccato dal primo gruppetto, con in coda Marquez. McPhee intanto è veramente scatenato, cosi come Rins che, dalla sua peggior qualifica dai tempi di Valencia 2013, si è riportato già in settima piazza

- 16 giri al termine: Miller non ne vuole sapere di lasciare in mano altrui il pallino della gara. Si è oramai formato un gruppo compatto che vede i primi nove in lotta.

- 15 giri al termine: sul traguardo, ancora una volta, è Vazquez a transitare per primo, ma ancora una volta Miller, con una staccata davvero poderosa, si riporita in testa. Si è formato un piccolo strappo tra i primi sei e gli altri tre protagonisti. Fenati, nel frattempo, si trova in ottava piazza, in lotta con Binder e Kent.

- 14 giri al termine: solito preambolo. La Honda è estremamente veloce e sul traguardo passa in testa sempre, ma Miller con le sue staccate si riprende sempre la testa. Nel frattempo, anche Alex Marquez si è portato davanti, in compagnia di altre tre Honda: Marquez, Rins e Vazquez, ma le posizioni sono estremamente fluide.

- 13 giri al termie: primo testa a testa tra Miller e Marquez: alla prima staccata, l'australiano arriva leggermente lungo e trascina "fuori" anche il suo diretto rivale. Il gruppo è estremamente compatto, con Miller davanti a VAzquez, McPhee, Rins, Vinales e appunto Marquez. Problemi per Binder che si porta fuori traiettoria e procede lentamente.

- 12 giri al termine: Miller continua a dettare il ritmo. Vuole rimanere davanti quasi a tutti i costi. All'ultima staccata Vazquez cerca l'incrocio ed in un ipotetico Photofinish avrebbe vinto la gara. Dietro, in maniera quasi sorniona, Marquez e Rins attendono il momento giusto per attaccare

- 11 giri al termine: Oramai si è creata una forbice ben evidente tra i primissimi, i primi quattro, ed il secondo gruppo. Rins, Marquez, Miller e Vazquez sono in lotta per la vittoria. Fenati è decimo

- 10 giri al termine: Miller è pronto al tutto per tutto. Alla prima staccata, l'australiano tira una staccata al limite del regolamento proprio su Marquez. Lo spagnolo costretto a rialzare ed allargare per non cadere. Il copione è il solito: Miller comunque rischia molto cercando di limitare la potenza del motore Honda, ma cosi facendo sta sfruttando molto le proprie gomme

- 09 giri al termine: Miller continua nelle sue staccate al limite e di traverso. Ora in seconda piazza si trova Rins, seguito da Vazquez e Marquez. In questa condizione, Marquez avrebbe otto punto di vantaggio sul pilota KTM. Miller però non deve esagerare: all'ultima staccata il posteriore ha dato qualche piccolo segno di cedimento

- 08 giri al termine: Gli italiani: Antonelli settimo, Bagnaia decimo, Fenati undicesimo, Bastianini quattordicesimo, 18esimo Tonucci. Davanti intanto. E' lotta a perta a suon di staccate, con Rins da un lato e VAzquez dall'altro che quasi chiudono Miller.

- 07 giri al termine: ancora una staccata da cardiopalma alla prima curva, ancora una volta Miller entra come se non ci fosse un domani. Ancora una volta a farne quasi le spese è proprio Alex Marquez, con Rins che, nel frattempo, si riporta in testa. Miller però è veramente disposto a rischiare il tutto per tutto pur di rimanere in piedi e cercare di riaprire il campionato. Nel frattempo si ritira Romano Fenati.

- 06 giri al termine: la prima curva, la prima staccata è sempre più da cardiopalma. Miller comunque si mantiene in testa, con Marquez che comunque si mantiene abbottonato, ma nel corso della metà del giro lo spagnolo si fa aggressivo. All'ultima staccata, Miller mostra la sua forza in frenata e si tiene la testa

- 05 giri al termine: non combattete contro Miller in staccata se non siete in grado di giocarvi il tutto per tutto. Marquez entra in staccata ed entra duro su Miller che subito dopo restituisce il favore: i due arrivano a contatto un paio di volte, con l'australiano poi che si riporta in testa, davanti a Rins, Marquez, Vazquez, McPhee, poi Kent, Kornfail e Antonelli.

- 04 giri al termine: sul rettilineo è ancora Miller con Marquez, Rins, Vazquez e McPhee che si aprono a pettine. Stavollta Miller non si tiene stretto, ma anzi, rimane largo come a volersi tenere lontano dai guai. Poco male perchè nel giro di due curve l'aussie si riprende la seconda piazza ai danni di Rins e punta la testa occupata da Marquez. Alla curva Nove, ennesima staccata dura e cattiva di Miller, ma ancora una volta si appoggia su Marquez che rimane, ancora una volta, lucido e tranquillo.

- 03 giri al termine: Miller continua a tenere la testa della gara con ora Vazquez secondo, Marquez terzo e Rins quarto. Si arriva alla staccata della curva Nove con Rins che si inserisce in seconda posizione ai danni di Vazquez. Tutti questi cambi di posizione hanno favorito il recupero di McPhee e Kent. Si arriva sul penultimo rettilineo con Miller interno che rimane in testa, davanti a Vazquez e Marquez.

- 02 giri al termine: Vazquez prova la staccata su Miller alla prima staccata ma l'australiano non ne vuole sapere. Alex Marquez prima si conferma in terza posizione, poi alla curva otto si prende la seconda piazza su Vazquez. Il leader in campionato vuole giocarsela fino in fondo all'ultimo giro. Ma mancano ancora due rettilinei...

All'ultima staccata, Miller rimane interno, Vazquez esterno, com Marquez terzo.

- Ultimo giro: è tutto un gioco di scie, con Miller però che tira l'ennesima staccata a Marquez e si riporta in testa, mentre Marquez è addirittura quinto dietro a Kent. Miller continua in testa davanti a Rins, poi Vazquez, Kent e Marquez. Rins alla nove prova la staccata interna ma Miller è più forte in frenata. Marquez invece non è riuscito a passare Kent che fa gioco di squadra perfettamente. Si arriva all'ultima staccata e Rins interno tira una carenata a Miller. Ne approfitta Vazquez, migliore in uscita che va a vincere in volata proprio su Miller e Rins. Kent si tiene dietro Marquez che ne ha da ridire e non poco. Ciò che conta è il risultato in classifica che segna un +11 di Marquez sull'australiano, con nove punti recuperati. I giochi si chiudono a Valencia!

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti