Tu sei qui

Moto3, WUP: Honda battuta sul bagnato: 1° Kent

Nella Moto2 Zarco davanti a Torres e Kallio, migliore degli italiani Morbidelli 14°

Pioggia e nebbia inaugurano la domenica di Aragon. Le avverse condizioni meteo rinviano di ben un’ora l’inizio del warm-up di Moto2 e Moto3, costringendo i piloti a scendere in pista con gomme da bagnatoDanny Kent e Johann Zarco segnano il riferimento della mattinata, dopo che ieri hanno sfiorato la pole. Nella minima cilindrata tra gli italiani spicca Antonelli, nella classe intermedia Morbidelli guida la rincorsa della pattuglia azzurra. Posticipati gli orari delle gare, con Moto3 che prenderà il via alle 11:25, mentre Moto2 alle 12:40. Invariato invece quello della MotoGP

MOTO3 -Nelle qualifiche si è dovuto accontentare della seconda casella in griglia, nel warm-up, invece, Danny Kent si prende una mezza rivincita in sella alla Husqvarna. L’inglese ferma il cronometro sul tempo di 2’11”181, rifilando oltre mezzo secondo a Jack Miller (+0.567). Ha preferito non rischiare il poleman Alex Rins (+0.956), settimo a quasi un secondo di distacco dalla vetta.  Meglio è andata al compagno di squadra Alex Maquez (+0.594), che ha chiuso il turno con il terzo tempo. Migliore della pattuglia tricolore Niccolò Antonelli (+0.922): sesta posizione per l’alfiere KTM alle spalle di Kornfeil. Fuori dalla top ten tutti gli altri italiani, con Locatelli (+2.855) e Tonucci (+3.239) rispettivamente 14° e 16°.  Oltre la ventesima posizione Matteo Ferrari (+3.521), Romano Ferrari (+3.527) e Andrea Migno (+3.683).  Addirittura 30° Guevara, che ieri ha ottenuto il terzo tempo in qualifica, mentre Enea Bastianini chiude il gruppo. Da segnalare le cadute senza conseguenze per McPhee e Azmi.

MOTO2 – Anche nel warm-up Johann Zarco ha fatto capire che Aragon è la sua pista. L’alfiere della Caterham Suter ottiene il migliore tempo, bloccando il cronometro sul 2’09”069. Una prestazione maiuscola quella del francese, che ha rifilato oltre otto decimi a Torres (+0.820) e Kallio (+0.822). Da sottolineare la prova del malese Syahrin (+0.833), autore del quarto tempo davanti a Lowes (+0.855) ed Aegerter (+0.960). Si è risparmiato invece il leader della classifica iridata. Tito Rabat (2.446), che oggi scatterà dalla quinta casella, ha chiuso 23°, preceduto da Pons (+2.377) e Lorenzo Baldassarri (+2.247). Tra gli italiani si conferma ancora una volta Franco Morbidelli (+1.783). Dopo una prima fila sfumata per poco più di 50 millesimi, il portacolori del team Italtrans ottiene il quattordicesimo tempo, due posizioni dietro al poleman Viñales (+1.586). Poco più staccato Riccardo Russo (+2.063), in fondo al gruppo Mattia Pasini (+5.395).

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti